Anonimo

chiede:

Mio marito, 37 anni, lavora part time… nel tempo libero ha solo un pensiero: giocare on line. a scopa o al bingo… le cifre giornaliere che spende non superano i 10 euro, ma rimane al pc anche 7 ore al giorno. Questo crea molte discussioni nel nostro rapporto. Io vorrei anche uscire, avere una vita sociale. ecc.. A volte gli tolgo il pc per un paio di giorni ed è un po’ nervoso e triste… appena glielo ridò, riprende a giocare le sue 6 ore al gg. Come devo comportarmi? Grazie infinite.

Carissima, da ciò che scrive, io non so dirle se suo marito presenti i sintomi di una dipendenza da gioco. I motivi per i quali suo marito passi tutte quelle ore di fronte lo schermo possono essere tra i più diversi: potrebbe essere un modo per estraniarsi dal rapporto coniugale poco soddisfacente, allontanare dalla mente delusioni lavorative, una dipendenza da gioco… e potrei continuare. Il punto è quanto queste sua attività ledono il vostro rapporto. In quanto al togliere il pc a suo marito, sembra più una punizione per una marachella di un figlio che un modo per risolvere problemi coniugali tra due persone mature. Ci rifletta, e parli in modo profondo con suo marito, magari con l’aiuto di un terapeuta. Rimango a sua disposizione.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo