Crescita embrionale: il corretto sviluppo - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve dottore, volevo porle una domanda perché non ho trovato risposte certe dalla mia ginecologa (solo vaghe) e sono davvero molto in ansia quindi spero che mi risponderà; sono incinta e sono alla 9+2 oggi, ieri ho avuto l’ecografia e in 10 giorni l’embrione è cresciuto di 6 mm (da 1,77 a 2,42 in 10 giorni), ora mi chiedo, ma non è poco? Non dovrebbe crescere di 1 mm al giorno? Inoltre, la volta scorsa in 4 giorni (eco fatta venerdì e poi rifatta lunedì per ansie personali) era cresciuto sempre di 6 mm, come mai adesso in 10 giorni è cresciuto solo di 6 mm? È normale o no? Mi devo preoccupare?

Il bimbo sta bene, il cuore è fortissimo e cresce (ora si vedono gli arti e si muove) però questa crescita mi preoccupa! Come avrà capito sono un tipo ansioso, inoltre all’inizio ho avuto minacce d’aborto e quindi sono anche molto spaventata, vorrei solo una risposta chiara per sapere se è normale e quindi se posso star serena, oppure se ho una ragione valida per preoccuparmi, l’incertezza mi uccide! La ringrazio sin da adesso per la sua risposta, cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, dalla 9^ settimana alla decima, il feto cresce di circa 7 mm con discreta variabilità. Ad ogni modo ci sono alcune imprecisioni di fondo che vorrei chiarirle.

  1. Gli apparecchi dispongono di un sistema di misurazione e di identificazione della epoca gestazionale molto preciso… Molto meglio che consultare tabelle è fare riferimento ai dati ecografici.
  2. La misura dipende dall’operatore, dalla risoluzione della apparecchiatura… È sufficiente una piccola imprecisione di misura oppure una misura con feto non disteso, per avere sfasamenti di qualche giorno.
  3. L’aspetto più importante è che le misure sono importanti, ma ciò che conta maggiormente è l’impatto generale che una ecografia, se eseguita correttamente, può fornire (anatomia fetale, movimenti, stato della camera etc).

Non credo da quanto mi scrive che debba preoccuparsi. Mi sento però di consigliarle per il futuro, e per evitare ansie inutili, di eseguire eco di secondo livello e di formulare ogni dubbio al medico che esegue l’esame, l’unico veramente in grado di rispondere con cognizione ai vari quesiti. Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo