Come dirlo ai miei genitori?! - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, cari dottori, oggi è il 1° giorno di ritardo, del mio ciclo mestruale sempre preciso e regolare, sono fidanzata da un anno con ragazzo di 25 anni (io ne ho quasi 21) e abbiamo rapporti non protetti, molto probabilmente sono incinta tanto che domani farò il test di gravidanza (quello delle farmacie). Non ho paura di affrontare la gravidanza come donna, non mi terrorizza diventare mamma, dato che è sempre stato il mio sogno da quando di anni ne avevo dieci. il mio problema è un’altro, vivo ancora con i miei che sono molto e sottolineo molto all’antica, e sicuramente, come mi hanno sempre detto, mi cacceranno da casa. Il mio fidanzato però, si vuole assumere tutte le responsabilità, e vuole come me questo bambino. dovrei essere contenta, anche se io non ho un lavoro e lui guadagna 500€ mensili. Le domande che vi porgo sono queste, dato che ho paura della reazione dei miei e dei suoi genitori, come potremo affrontare con loro l’ eventuale discorso dato che entrambi siamo molto timidi e abbiamo paura dei nostri genitori?(soprattutto io)? Cosa mi consigliate in merito a tutta la faccenda? Dato che x me e x lui sarebbe la prima gravidanza e molto probabilmente saremo soli che consigli potete darmi, almeno per i primi mesi?
Aspetto con ansia una vostra risposta..

Cara Maria, non credo di poterti suggerire un modo “indolore” per comunicare ai tuoi genitori che aspetti un bambino. Mi dici che la tua famiglia è molto all’antica ma anche che questa gravidanza, se non è stata cercata, non è stata neanche evitata (a 21 anni come nascono i bambini si sa…). Deduco perciò che non condividi i valori dei tuoi genitori, e che vivi in un modo che loro non approvano. Succede spesso, non sempre i progetti che i genitori fanno per i figli sono da questi condivisi. Crescere significa anche prendersi le responsabilità rispetto alla scelta di vivere la propria vita in maniera diversa da quella che i nostri genitori vorrebbero. Tu ed il tuo ragazzo avete fatto una scelta: avere rapporti non protetti, mettendo quindi in conto una possibile gravidanza, cosa non accettata dai tuoi genitori. Adesso è il momento di assumersi la responsabilità di questa scelta, affrontando la prevedibile disapprovazione della tua famiglia. Se il test (che intanto avrai sicuramente fatto) ha confermato che aspetti un bambino, tra qualche mese diventerai mamma. Questo significa crescere, assumersi responsabilità ed impegni importanti, che durano tutta la vita. Affrontare la tua famiglia sarà la prima grande prova. Se davvero, come tu dici, i tuoi ti cacceranno di casa, beh, credo che l’unica cosa che potrai fare sarà dar loro il tempo necessario per metabolizzare la notizia, per loro sconvolgente. E per te cominciare a fare spazio nella tua mente e nel tuo cuore per questo bambino che cresce dentro di te.
Mille auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo