Asacol in gravidanza - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buonasera, mi trovo su questo sito a scrivere per chiederle alcune informazioni che mi rendono ansiosa, allora incomincio con il dire che sono una ragazza di 30 anni affetta da colite ulcerosa ormai da 8 anni curata tranquillamente, premetto eh prendo 2 pasticche al giorno di asacol, da 3 mesi io e mio marito stiamo cercando di avere un bimbo, il problema grande è che dai vari dottori a cui mi sono rivolta (gastroenterologa, ginecologo, medico di famiglia ecc), ho ricevuto tutte risposte diverse riguardanti l’uso di asacol in gravidanza, giusto ieri ho fatto un controllo dal ginecologo, le ho portato tutti i referti delle varie analisi ed ecografie che mi ha dato da fare prima del concepimento, tutto risulta ok e nella norma, già da 2 mesi assumo acido folico, l’unico problema è che il ginecologo mi ha detto che assumere l’asacol i primi 3 mesi e gli ultimi 3 mesi di gravidanza non va bene può portare dei rischi per il bimbo, allora mi ha dato dei “numeri rossi” da chiamare per sapere riguardo a questa cosa, io questa mattina ho chiamato e le persone che mi hanno risposto mi hanno detto che non c’è nessun problema nè assunzione dell’asacol in gravidanza e che se dovessi rimanere incinta posso prenderlo tranquillamente non superando un limite giornaliero che è di 3 grammi, ma dal momento che io prendo 2 pasticche al giorno di asacol 800 mg non corro nessun problema.
Allora torniamo a noi e mi scuso per il lungo testo dal momento che io mi fido molto di questo sito volevo sapere le vostre risposte e considerazioni riguardo il mio caso, e in più se con il fatto che assumo asacol ho meno probabilità rispetto ad altre persone di rimanere incinta, ci tengo molto ad una vostra risposta.
Ringrazio anticipatamente

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Sara, concordo con le indicazioni del Telefono Rosso. Oltretutto quando c’è una patologia, va curata, anche in gravidanza. Non è certo l’asacol che le limita la fertilità. Al più la rettocolite ulcerosa potrebbe rappresentare un piccolo ostacolo, come del resto tutte le situazioni che creano uno stress psico-fisico. Quindi non è una peculiarità del suo specifico caso. Con i miei migliori auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo