Anonimo

chiede:

Salve dottore, sono una ragazza di 29 anni, le spiego l’anno scorso a febbraio ho scoperto di essere incinta, solo che a 8 settimane l’ho perso. Nell’ecografia non si è mai visto l’embrione, solo camera gestazionale e sacchetto, dopo di che ho avuto l’aborto spontaneo… dopo sei mesi di nuovo incinta, questa volta si vedeva con battito normale solo che le beta crescevano ma non raddoppiavano… xrò la ginecologa dove andavo mi diceva di non fare caso alle beta che l’ecografia è quella più importante dicendo che era tutto a posto anche perché il battito era normale… per un paio di giorni non sentivo più i crampetti che mi venivano ogni tanto durante il giorno, così mi sono preoccupata e ho fatto un’altra ecografia e li il battito non cera più la gine disse che era successo da qualche giorno…la cosa strana era che avevo ancora i sintomi anche dolore al seno che continuava fino a quando non mi hanno dato citotec x espulsione xche avevo avuto aborto interno sempre all ottava settimana…cosi ho fatto tutti i prelievi necessari i prelievi sono tutti a posto ho fatto anche quelle delle mutazioni e anche quelle a posto , tranne una mutazione mtrhf a1298c omozigote..le dico anche che ho sempre avuto problemi di circolazioni alle gambe con un po di gonfiore e lividi spontanei da quando avevo 16 anni sono stata anche all ospedale ma fatti ttutti gli esami niente di anomalo non e mai uscito niente dai prelievi.. qui i ginecologi questa cosa la sottovalutano infatti ne ho cambia to 2 xche una non voleva che io mi facessi i prelievi ,dicendomi che fino a 5 aborti e normale ..e l altro subito l aborto mi fece fare i prelievi e risultò la prolattina un po alta a 42 e qualcosa e mi disse che la causa dei miei aborti poteva essere questa e mi ha curato con dostinex x due mesi , ma io avevo sempre un dubbio e quindi sono andata da un altro che mi ha tolto dostinex dicendomi che la prolattina era normale che fosse un po alta xche avevo fatto il prelievo subito dopo l aborto cioe dopo 15 giorni e che non poteva essere questa la causa..lunico ginecologo veramente bravo che non sottovaluta niente ,infatti appena gli ho detto del mio problema alle gambe mi ha detto che poteva essere anche questa la causa e di provare d assumere l aspirinetta alla prossima gravidanza …cmq. l unico problema e che e troppo lontano e quindi non posso andarci un giorno in gravidanza xrò almeno mi sono fatta controllare e togliere dei dubbi..i prelievi che ho fatto delle mutazioni l ho fatti dopo aver andato da lui non me li aveva prescritti lui ma l ho voluto fare io purtroppo dovevo farli prima di andare da lui almeno adesso avrei avuto una risposta ..dimenticavo adesso la mia prolattina e 1.2 più bassa della norma devo aspettare che si alza da sola? secondo lei con la prolattina cosi bassa posso concepire lo stesso? con questa mutazione in omozigote lei cosa mi consiglia? Voglio fare di tutto x la prossima gravidanza.. grazie x la pazienza che ha e scusi se sono stata cosi lunga devo ancora trovare un bravo ginecologo qui vicino… vediamo…

Io credo che con questo metodo non troverà mai un ginecologo che la soddisfi pienamente. Non si giudica un professionista con questi parametri, nè in base al risultato. Quando c’è un aborto è anche molto difficile risalire alla reale causa, perchè vi sono moltissime possibilità e alla fine si va per esclusione o per ipotesi. Quindi a mio avviso non credo affatto che lei abbia avuto le risposte che si aspettava. Comunque la prolattina può ostacolare la fertilità quando è alta non quando è bassa. Per le mutazioni e la sua tendenza ai lividi spontanei, si tratta di due situazioni opposte: la mutazione potrebbe (ma non è sufficiente) indicare una trombofilia, cioè una situazione in cui il sangue coagula più facilmente; al contrario la tendenza a fare lividi lascia supporre un deficit della coagulazione, cioè l’esatto contrario. Quindi la situazione è piuttosto confusa e credo proprio che lei sia ancora al punto di partenza. I due aborti potrebbero anche essere dovuti al caso. Scelga un ginecologo parlando con le sue amiche della loro esperienza e/o con il suo medico di medicina generale, verifichi se ha un buon rapporto comunicativo e poi si affidi a lui. Non cerchi da sola le risposte o di sopperire da sè a presunte carenze dei medici cui si è rivolta, o alla fine sarà ancora più confusa di prima. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo