Febbre in Gravidanza

La febbre consiste in un’elevazione della temperatura corporea al di sopra del valore normale, il quale si stima oscilli in media intorno ai 36.4 e i 37.2 gradi centigradi.Il mantenimento di una temperatura costante favorisce il naturale svolgimento da parte dell’organismo dei processi biologici, compatibilmente alle lievi alterazioni termiche che si ravvisano in accordo con i ritmi circadiani che regolano le funzioni metaboliche e i livelli ormonali.

Febbre in Gravidanza

Febbre in gravidanza, spero di non aver contratto la malattia mani piedi bocca 

Buongiorno,sono incinta di 2/3 settimane e ieri dopo un inizio di mal di gola, ho avuto la febbre 38,5/39 tenuta bassa solo con paracetamolo.Le settimane scorse sono stata a contatto con mia nipote che ha fatto la malattia mani piedi bocca e spero vivamente di non averla presa. Se invece l’avessi presa, può dare problemi per la gravidanza? Per essere un problema per la gravidanza, deve dare sfogo la malattia oppure anche se sono portatrice sana del virus, può risentirne comunque?Grazie

La tachipirina influisce sulle transaminasi?

Buonasera dottore,sono la mamma di che gli aveva chiesto se la tachipirina influisce sulle transaminasi.Mio figlio soffre di febbre periodica con alcune macchie violacee sulla schiena, abbiamo fatto ogni tipo di analisi, anche quelle di tipo genetico, ma ancora non ci sono stati dati risultati. All’inizio si parlava di traps poi di Pfaff, ma con nessuna certezza, perché stanno verificando.Mio figlio presenta febbre, transaminasi alte, infiammazione della milza e fegato...Io vorrei sapere se la tachipirina può influire su questi organi e sulle analisi di transaminasi, se mi potesse dare una risposta gentilmente.Distinti saluti e la ringrazio per l’attenzione data

Febbre periodica con aumento delle transaminasi

Buongiorno dottore,ho un bimbo di 4 anni sempre allegro e iperattivo, l’unico problema è che da un anno soffre di febbre periodica. Abbiamo fatto tutti i controlli in vari ospedali e ancora una risposta non ci è arrivata… dobbiamo aspettare, ma il fatto è che mio figlio presenta febbre, oltre a fegato e milza infiammata.Non mi hanno dato da assumere farmaci, per il momento, se non la tachipirina al bisogno, ma siccome la febbre dura da un minimo di sei ad un massimo di dieci giorni con intervallo da una febbre all’altra di circa 12/15 giorni, dare tanta tachipirina fa male. Che effetti può portare? Io gli do all'incirca tre tachipirina al giorno quando supera i 38.5.Da tenere presente che mio figlio presenta anche un aumento delle transaminasi. Questo può essere dovuto all'assunzione di molta tachipirina?La ringrazio per la sua attenzione attendo risposta distinti saluti.

Pancia da incinta, ma...

Salve Dottori. Dal 2014 cercavo un altro figlio ma ho avuto due aborti, uno a fine 2014 e l'altro ad agosto 2015. Il primo era interno, il secondo, invece, avevo perdite e dopo una settimana di osservazione e uso di qualche medicinale, sembrava tutto a posto... Finché non ho saputo che si era fermato a 6 settimane... 4mm e non c'era più il battito a 8 settimane circa... Ho subito il raschiamento in tutti i due, anche se nel secondo ho iniziato la perdita spontaneamente. Dopo, però circa 3gg di tantissime perdite a casa, in cui pensavo fosse finita, purtroppo sentivo un peso sotto... In Pronto Soccorso mi ricoverano per "Aborto in atto" ma non è successo niente per circa 3gg, anche dopo estrazione di coagulo nel collo dell'utero e uso di una supposta per indurre le contrazioni... neanche dopo l'uso di 3 pastiglie sottolinguali che mi hanno causato brividi fortissimi e malessere più diarrea fortissima... Insomma, dopo questo, mi hanno fatto l'intervento... Niente perdite dopo, tranne con la prima pipì ma leggerissima. Poi, leggera febbre, ma capito aver contratto un raffreddore in ospedale... Per circa 3 mesi, niente ciclo, niente perdita di nessun tipo... Un ginecologo mi ha detto che mi avevano pulito bene e che era tutto a posto, senza tumefazione circa 3gg dopo l'intervento... altro ha detto che mi avevano "raschiato troppo''... Alla fine, mi era venuta una ciste... Questa è sparita da sola come avevano detto... Ho usato il dufaston per far arrivare il ciclo... Mi era arrivato dopo 5gg che lo prendevo (poco più di tre mesi dal raschiamento, se non mi ricordo male). Ho completato una settimana invece di 10gg... e poi, sembrava che il mio ciclo stesse tornando, anche se più lungo il periodo da uno all'altro. Prima era di circa 24-25gg, poi di 30 con il primo raschiamento, poi col secondo il 31 agosto 2015, arrivava anche a 35 e poi 40gg (devo dire che sono imprecisa, ma più o meno così). A giugno, mio ciclo non arrivava... Seni gonfi, duri, tubercoli visibilissimi, faceva male al tocco, scuri; pancia gonfia, bruffoli in faccia (che non ne ho mai), perdite strane con muco... Insomma, tante cose strane, ma niente gravidanza... Dopo due mesi senza ciclo, di nuovo il dufaston, per 8gg se non mi sbaglio... Ciclo arrivato, poi, da luglio praticamente mi arriva circa ogni 15gg... Ho già 41 anni compiuti a fine febbraio... Non so più cosa pensare... Ogni giorno mi domandano se sono incinta a vedere la mia pancia... Persino mio marito, disinteressato in tante cose, mi dice di andare a farmi vedere. Anche le mie foto al mare facevano pensare persino a me che ero incinta. Sembra proprio pancia da gravidanza. L'altro ieri, però, mi è arrivato un ciclo strano, ossia rosa, poco... In genere essere poco è praticamente la norma per me, ma era molto strano... è come se fosse un dipinto, ossia, non un flusso... e poi, aveva un odore forte non so dire di cosa, ma non mi piaceva. Poi, dopo un giorno, l'odore non c'è più e s'era scurito ma non veniva quasi più niente ed ora ho solo qualche macchia quando mi asciugo... E da ieri sentivo la pancia dura (di cose strane in pancia ormai ne sento mille)... Mi scuso per essere così lunga... Non so proprio cosa pensare o fare... Ho provato a dire ad un ginecologo ma lui trova tutto normale... Almeno non mi ha detto di andare... Mi sono prenotata al Consultorio ma sarà al 20 ottobre perché ho detto solo "ciclo strano" e hanno detto che non era urgenza. Secondo Voi, è vero che non è niente da preoccuparmi? Ho sentito storie di conoscenti in cui il "nulla" era delle cose "peggiori"... Come faccio a stare tranquilla? Ossia, come faccio a stare in una situazione così con cicli strani e cose proprio strane se continuassi a cercare una gravidanza? E non solo, e se fosse una cosa non bella come di qualche conoscente dopo diversi tentativi di gravidanza ed anche dopo "problemi con il ciclo"? Insomma, penso proprio che arriverei ad un terzo aborto se fosse così... Ma ho anche una figlia da far crescere (7 anni), non posso continuare in questa situazione senza sapere se veramente è tutto normale... se nessuno mi guarda, se non faccio esami, come posso sapere se non sto andando incontro a qualcosa di non bello? Purtroppo, nel primo aborto, c'è stata una sospetta mola... Ringraziando, nello istologico, non hanno saputo al certo se era o meno... Praticamente hanno detto che si fosse stata, è stata eliminata col raschiamento... Ieri, come ogni giorno, mi hanno domandato se sono incinta, anzi, questa volta era più deciso... "E, allora, procede tutto bene?..." Ci sto male per me e per chi mi domanda... Anche se amici, è una situazione imbarazzante... Spero mi capiate... Sembra proprio un racconto di una persona ansiosa... Chi lo sa?...

Broncopolmonite in gravidanza

Buongiorno Dottore, sono una donna di 30 anni attualmente incinta di 13 settimane… circa 18 giorni fa ho iniziato ad accusare stanchezza e febbre che non superava i 37.5/37.8, brividi e tosse con catarro. Essendo in vacanza mi sono dovuta recare in ospedale, il dottore di guardia mi ha visita molto bene e da una prima visita ha sentito i polmoni liberi senza fischio ecc, sospettando semplice influenza. Ha eseguito anche una ecografia addominale completa solo per scrupolo, visto che non potevo eseguire raggi x, e ha notato un piccolo addensamento al polmone sinistro. Esami del sangue ok tranne PCR un po’ alterata (al momento dell’esame avevo la febbre a 37.5). Mi ha prescritto antibiotico AMPLITAL per 10gg 3 volte al giorno. Già al secondo giorno stavo meglio. Al termine dei 10 giorni sono stata del mio medico curante il quale riferisce che bronchi e polmoni sono liberi anche se a me rimane ancora un pochino di tosse. La mia domanda è questa, per essere sicura che questa broncopolmonite sia passata devo basarmi solo sul mio stato attuale di salute in via di guarigione oppure devo fare altri accertamenti per essere sicura che il bambino non sia a rischio? La ringrazio infinitamente, sono molto preoccupata per il decorso della gravidanza soprattutto dopo aver preso l'antibiotico.

I farmaci assunti ad inizio gravidanza possono aver causato danni al feto?

Buongiorno, la contattato perché avrei bisogno di alcune informazioni. Dopo una settimana circa dal "probabile" concepimento, sono stata male con un po’ di febbre e ho assunto per 3 giorni la tachipirina da 1000, poi per due giorni di seguito ho assunto anche Betotal Immuno Plus, però quest'ultima, come dicevo, l'ho assunta solo due volte, sempre inconsapevole di essere in gravidanza. Vorrei sapere se può aver causato qualche danno al feto? Mi pongo mille domande e siccome la visita è tra un pochino, vorrei avere maggiori informazioni. La ringrazio anticipatamente.

Lo sperma può oltrepassare il lattice del preservativo?

Salve,vorrei chiederle alcune informazioni visto che sono in un’ansia immaginabile, ieri precisamente l'8 agosto ho avuto il mio primo rapporto sessuale. È stato distante dalle mie mestruazioni di 3/4 giorni circa, le quali mi sono passate se non ricordo male venerdì 5 o sabato 6. Comunque sia, è stato un rapporto completo con l'uso del preservativo. Lui è venuto dentro, ma alla fine del rapporto abbiamo controllato il preservativo ed era completamente integro, ovvero lo sperma risultava all'interno. È possibile che ci fossero dei microforellini? O che lo sperma possa oltrepassare il lattice? O ancora di più che possa fuoriuscire dalla parte superiore del preservativo? Inoltre, oggi, ad un giorno di distanza dal primo rapporto, ho una nausea assurda e un po' di febbre, sensi di debolezza e di stanchezza ma soprattutto tanta tanta ansia. Potrebbero essere dei primi sintomi? La prego, mi risponda il più presto possibile, ho bisogno di una risposta sicura e certa, l'ansia mi sta uccidendo, grazie mille e cordiali saluti!

Potrei aver contratto la listeriosi a causa dei miei comportamenti poco attenti?

Buongiorno dottore,sono alla 19 settimana e da martedì ho leggeri sintomi da raffreddamento. Mercoledì e giovedì sera ho avuto febbre a 38, dolori muscolari, mal di testa e debolezza generale. La febbre si è risolta spontaneamente nella notte di venerdì senza assumere farmaci e al momento (sabato) mi rimane solo il raffreddore.Sono vegetariana, non mangio carne, nè pesce, la verdura la lavo in genere piuttosto bene, ma ho comunque paura di aver contratto la listeriosi, magari senza rendermi conto di qualche errore: ad esempio qualche volta ho consumato del tofu affumicato e non sono certa di averlo riscaldato ogni volta, oppure sono uscita qualche volta a cena e magari ho rischiato contaminazioni pur non consumando direttamente carne...Potrei aver contratto la listeriosi da questi comportamenti magari poco attenti? Il medico non mi ritiene a rischio, ma io sono piuttosto preoccupata. Nel caso, cosa potrei fare per valutare la possibile infezione? Grazie in anticipo. Buona giornata

Ferita cesareo infetta dopo 9 mesi dall'intervento...

Salve,ho 19 anni, il giorno 2 settembre 2015 in una clinica ho dato alla luce la mia prima bambina con un parto cesareo preferito dal mio ginecologo perché portavo la pressione alta.Due giorni dopo il parto mi viene la febbre, i medici pensavano che era normale... dopo quattro giorni vedendo che questa febbre non scendeva, anche se stavo prendendo degli antibiotici, pensano di farmi una radiografia e scoprono che la ferita ha un'infezione in corso e mi trasferiscono in ospedale e lì mi riaprono la ferita senza anestesia.Sono stata diciotto giorni in ospedale tra medicazioni ecc, fino a quando la ferita è pulita e possono mettermi i punti. Dopo quindici giorni vado a farmi togliere i punti e il ginecologo che mi ha seguita in ospedale mi ha detto che era tutto a posto e non c'era più bisogno di fare medicazioni o mettere cerotti.Oggi, a distanza di quasi 9 mesi dalla nascita di mia figlia, ho di nuovo la febbre alta da più di dieci giorni e esce del liquido giallastro dalla ferita. Qualche giorno fa sono ritornata in quell'ospedale, mi hanno controllato e mi hanno detto che è una cosa grave e avrei bisogno di un intervento, ma che loro non possono fare perché è un ospedale che tratta solo ginecologia ed io avrei bisogno di un chirurgo e mi hanno mandata in un altro ospedale con un verbale di pronto soccorso e c'era scritto tutto quello di cui avevo bisogno. Arrivata in quell'ospedale il chirurgo mi guarda la ferita, dice sì, che è infetta, ma non c'è bisogno di nessun intervento e devo fare solo medicazioni, ma per la febbre non mi ha prescritto nulla.Vorrei un consiglio da lei cosa dovrei fare? Ritentare ad andare di nuovo al pronto soccorso o con le medicazioni si risolverà? Sono preoccupata, non sono stata rassicurata...

Listeriosi e gorgonzola

Buongiorno, le scrivo perché sono molto preoccupata anzi, direi nel panico! Sono incinta del primo figlio, ho 31 anni e sono a 13+2. Malauguratamente ieri sera alle 20 ho assaggiato una quantità credo pari a 3 g di gorgonzola di capra acquistato dai miei genitori da un grande rivenditore di formaggi. Premetto che loro lo stanno mangiando da sabato sera e stanno bene. anche se entrambi hanno più di 60 anni e problemi di cuore e pressione. Io invece sono andata nel panico di aver contratto la listeriosi e aver fatto del male al mio bambino. Sintomi per ora nessuno, a parte movimento di pancia, ma feci morbide e formate, nessuna scarica di dissenteria e nessuna presenza di febbre. Le scrivo per sapere se devo allarmarmi, se fare dei test. Io lunedì ho la visita dal ginecologo che verrà subito informato Grazie mille per la disponibilità

Medico Risponde - Infettivologo

Varicella e gravidanza

Salve dottore, io lavoro in un asilo nido e il giorno 23 gennaio ho scoperto di avere la varicella. Fortunatamente senza febbre e con poche bollicine, presumo una forma lieve. La contatto perchè il giorno 26 ho scoperto di essere incinta di poche settimane perchè i risultati della beta indicavano come valore di ormoni 356. Non ho potuto gioire di questa notizia perchè sono andata in ansia sui rischi che potrebbe portare il virus. Possibile che un momento così atteso possa essere rovinato così? Io conosco anche le date del presunto concepimento, che sono esattamente o il 9 o il 10 o l'11 gennaio. È possibile che il feto possa non essere stato attaccato? Spero in una sua risposta. La ringrazio

Medico Risponde - Infettivologo

Infezione da taglio cesareo

Salve, ho 19 anni. Il 2 settembre ho partorito la mia piccola ma con un cesareo programmato, anche se per me si poteva evitare. Dopo due giorni mi è salita la febbre a 38° e così continuava per tutte le notti. Il mio ginecologo alla clinica mi ha aperto un punto ed è uscito molto liquido giallo. Così mi hanno trasferito in ospedale dove hanno capito che era un’infezione e mi hanno riaperto la ferita. Sono rimasta in ospedale per quasi un mese facendo medicazioni tutti i giorni e mi hanno messo un drenaggio. Il dottore dell'ospedale mi ha dato 3 punti per rimarginare la ferita e così mi hanno dimessa, ma facendo tutti i giorni a casa medicazioni con amukine med e Prontosan. La ferita mi si è rimarginata dopo 2 mesi ma ieri ad un tratto è cominciato ad uscire di nuovo quel liquido giallo male odorante e mi fa anche male, prima non portava nessun fastidio. Ho un po’ di paura, potrebbe essere tornata l'infezione? Cosa faccio, vado in ospedale? O continuo a fare medicazioni a casa come facevo prima? Cordiali Saluti