Crescita del neonato mese per mese

Crescita del neonato mese per mese

La crescita del neonato è un aspetto che preoccupa spesso i neo-genitori, in modo particolare se il bambino viene allattato al seno ed è più impossibile monitorare la quantità di latte assunta ogni giorno. L’apprensione può aumentare ulteriormente se la famiglia appena formata viene raggiunta da osservazioni e commenti di parenti e amici sulla crescita del neonato che, seppure in buona fede, possono alimentare ansie e preoccupazioni inutili.

Crescita del neonato: ogni bambino è a sé

Cominciamo col dire che la crescita del neonato mese per mese segue dei ritmi personali e specifici per ogni bambino, e che viene comunque influenzata, oltre che dal peso alla nascita, da fattori genetici ed ereditari, come la corporatura dei genitori. Di norma, per bambini sani e nati a termine, non è necessario pesare il bimbo ogni giorno, né tantomeno prima e dopo la poppata. È sufficiente, per monitorare la crescita del neonato, basarsi sulle pesate che effettua il pediatra nel corso dei controlli di routine.

Il calo fisiologico

Nessun allarme, inoltre, per l’iniziale perdita di peso da parte del bebè, il cosiddetto “calo fisiologico”, che si manifesta nei primi giorni dopo la nascita. Si tratta di un fenomeno del tutto naturale, legato all’immaturità intestinale del bambino e alla necessità, da parte sua, di diventare efficace nella suzione del latte. Il calo fisiologico si aggira di media intorno al 5-7% del peso alla nascita, ma può raggiungere anche il 10%. Se supera questo livello, i pediatri valuteranno eventuali misure. Il peso iniziale viene recuperato di norma entro 10-15 giorni dal parto.

Crescita del neonato: conta il ritmo

Dopo questa prima fase, la crescita del neonato mese per mese viene di solito valutata in base a delle curve definite  percentili di crescita, distinte per sesso, che sono comunque da considerarsi orientative. Quello che è più importante, e che il pediatra di famiglia valuta attraverso i periodici bilanci di crescita, è il ritmo con cui il neonato cresce in peso e lunghezza. Nei primissimi mesi di vita, mediamente, un neonato acquista circa 150 grammi alla settimana, e arriva a raddoppiare il peso alla nascita intorno ai sei mesi di età. Man mano che passano i mesi, il ritmo di crescita del neonato rallenta, passando a circa 400-500 grammi al mese durante il terzo trimestre di vita.

Sviluppo armonico

Non è infrequente che un bambino piccolo, passati i primi mesi, attraversi periodi in cui acquista poco peso ma cresce in altezza di diversi centimetri, o viceversa. L’importante è che il suo sviluppo sia armonico e costante nel tempo, oltre che coerente con la storia individuale e familiare del bambino (peso alla nascita, durata della gravidanza, caratteristiche fisiche di genitori e nonni, etc). Il pediatra che lo segue regolarmente ha tutti gli strumenti per valutare con serenità la crescita del neonato mese per mese.