Sei giunta alla

8ª settimana

Nel bebè si fa strada il processo di ossificazione e le giunture, quali i gomiti, prendono forma. Se non esegui un pap test da più di 10 mesi è il momento di effettuarne uno. Inoltre dovrai sottoporti a esami del sangue, delle urine e a un’ecografia.

immagine settimana 08
featured image trend

La mamma

MammaA questo punto, se non l’hai già fatto o se non ne hai uno di fiducia, è il momento di scegliere il ginecologo giusto. Se ce l’hai già, probabilmente hai fissato la tua prima visita ginecologica quando hai scoperto di essere incinta. Alcuni specialisti sono soliti non visitare la paziente finché non le sono saltate per due volte le mestruazioni, in modo da non medicalizzare subito la gravidanza e per far sentire più a suo agio la gravida. Una volta creato un piacevole rapporto di fiducia, accetterai più volentieri la visita, che in molti casi è indispensabile.
Ogni specialista ha una pianificazione diversa e nessuna visita sarà lunga come la prima. Questo è un ottimo momento per esporre tutti i tuoi dubbi. Il ginecologo ti farà molte domande e alcune potranno sembrarti strane, come per esempio se tua mamma o papà e anche un nonno o una zia è diabetico. Non meravigliarti, perché la storia familiare è importante per individuare casi a rischio. Poi ti farà domande sempre più dirette su di te, le eventuali malattie che hai avuto, gravidanze, parti, aborti, o stati cronici di cui soffri, le tue abitudini di vita, il fumo (ahi ahi), ecc. Non vivere con ansia la paura di dimenticare qualcosa. Sarà il ginecologo che ti farà domande precise e mirate e tu dovrai solo rispondere con serenità. Ovviamente non nascondere nulla o potrebbe essere anche pericoloso. Se non vuoi che chi ti accompagna ascolti, semplicemente evita di farti accompagnare da questa persona. Dopo aver raccolto tutte queste notizie che costituiscono ‘l’anamnesi’, ci sarà  l’esame obiettivo con il rilievo del peso, dell’altezza e della pressione arteriosa. L’esame in alcuni casi potrebbe essere esteso anche ad altre parti del corpo, come il cuore, le spalle, l’addome, ecc. Successivamente vi potrebbe essere la visita propriamente ostetrica, ma talvolta viene saltata al primo incontro rimandandola in seguito. Se non hai eseguito il paptest negli ultimi 10 mesi, il ginecologo scrupoloso potrebbe proportelo, non perché sei gravida, ma semplicemente perché la prevenzione dei tumori del collo dell’utero non viene sospesa in gravidanza, anzi. Al termine ti verranno richiesti una serie di esami del sangue e delle urine e un controllo ecografico. Alcuni ginecologi eseguono direttamente l’ecografia, altri, che non si occupano di tale tecnica diagnostica, preferiscono inviare la paziente a ecografisti di fiducia. Al termine della consulenza ti saranno già date delle indicazioni sui comportamenti, sull’alimentazione e verrà data risposta a tutte le tue domande. Sta tranquilla, certamente te ne dimenticherai qualcuna… Ma non temere, avrai tante occasioni per risentire il tuo medico.

Il bebè

8a_settimanaIl tuo bebè misurerà  circa 20 mm alla fine di questa settimana. Le strutture intracraniche cominciano ad essere visibili, le gonadi del bebè diventeranno o testicoli o ovaie. L’embrione comincia a muoversi. Ci sono un mucchio di cose che andremo a conoscere della vita prima della nascita. Questa settimana ci saranno grandi cambiamenti per ossa e giunture del bebè. Appaiono i gomiti e inizia il processo di ossificazione (indurimento delle ossa). Appaiono le dita dei piedi, tanto che potrai contarle anche tu stessa durante l’ecografia!

Gemelli

GemelliIndigestioni e altri problemi gastrointestinali possono iniziare prima quando c’è più di un bambino.

 

 

Il papà

PapàCerchi un modo per farla star bene? Perché non prepari tu la cena, offrendole così la possibilità  di fare un riposino pomeridiano? La fatica del primo trimestre pesa molto sulla maggior parte delle donne, soprattutto se di solito sono molto attive. Riposarsi di più l’aiuterà molto. Oppure al mattino potresti cominciare a preparare tu la colazione, dandole così la possibilità di dormire un po’ di più. Tutto ciò sarà molto apprezzato. Quando poi la futura mammina si recherà al primo appuntamento col ginecologo, tu dovrai fare ogni sforzo possibile per accompagnarla! Dovrai assolutamente essere un genitore presente! Fai domande allo specialista e condividi ogni singola cosa di questa nuova ed entusiasmante avventura. Dopo, portala fuori a cena per festeggiare e parlare della visita. Se però sei timido o semplicemente ti dà fastidio l’idea della visita di tua moglie, confidati con lei, in modo che la tua assenza non venga interpretata come disinteresse. Se avverti strani malori, ansie o paure, potrebbe essere la “sindrome della covata“, evidente in alcuni papà e ben nota da tempo, quindi non sorprenderti.
IMPORTANTE: Ricorda che queste informazioni sono a carattere generale. Ogni gravidanza è diversa da un’altra, quindi per qualsiasi domanda, contatta il tuo medico curante.

condivisioni & piace a mamme