Proteggere e rafforzare il sistema immunitario del bambino è un atto d’amore che tutti i genitori dovrebbero mettere in pratica per salvaguardare la salute dei propri figli. Con l’inizio delle scuole e il primo freddo autunnale, i bambini sono maggiormente esposti ai primi malanni. Come fare, quindi, per evitare (o diminuire) episodi di febbre o il raffreddore stagionale?

Il pensiero dei pediatri a riguardo è unanime: seguire alcune sane abitudini sin da subito potrebbe rafforzare il sistema immunitario dei più piccoli ma, spesso, alcune pratiche igieniche quotidiane così come un’alimentazione corretta possono essere sottovalutate dai genitori. Il rischio è che, a lungo andare, si possa indebolire il sistema immunitario ancora fragile dei bambini.

Come rafforzare il sistema immunitario del bambino

La prima cosa alla base di un buon sistema immunitario è curare l’alimentazione rendendola sana, varia e bilanciata. “Noi siamo ciò che mangiamo” – diceva Ludwig Feuerbach – e questo comporta soprattutto alimentare il bambino con prodotti di qualità e genuini. Impostare, già dallo svezzamento, una dieta equilibrata aiuta a fortificare le difese immunitarie e a proteggere la salute dei più piccoli.

Ma se è vero che il funzionamento del sistema immunitario parte dalla tavola, certamente, non si arresta lì. Infatti, esistono alcune sane abitudini che i genitori dovrebbero seriamente adottare durante la giornata per rafforzare le difese immunitarie dei propri figli.

Quindi, per aiutare il bimbo a evitare le malattie, è importante incoraggiare queste buone abitudini fin dalla tenera età. Vediamo, nello specifico, le 4 abitudini secondo i pediatri da mettere in pratica.

Le 4 sane abitudini che rafforzano le difese immunitarie del bambino

La pediatra Adriane Lioudis, afferma:

La maggior parte di ciò che rende forte il sistema immunitario di un bambino è il buon senso.

Da questa semplice ma corretta affermazione, la Dott.ssa Lioudis suggerisce ai genitori che hanno figli piccoli come difendere e innalzare le difese immunitarie del bambino partendo da 4 sane abitudini da mettere in pratica ogni giorno.

1. Il lavaggio corretto delle mani

Da studi recenti è emerso che l’80% delle infezioni si trasmette attraverso il contatto con le mani. I genitori dovrebbero insegnare al proprio bebè a prendersi il tempo necessario per lavarsi le mani dopo aver starnutito, tossito ed essere andati in bagno.

Il corretto lavaggio delle mani prevede acqua calda e sapone per almeno 20 secondi. Questa pratica igienica consente di rimuovere batteri e virus nonché ridurre la possibilità di infezioni polmonari fino al 45%.

2. Non saltare le vaccinazioni

È assolutamente indispensabile seguire il calendario vaccinale sin dalla nascita al proprio bambino. Saltare anche una sola vaccinazione comporta l’indebolimento del sistema immunitario.

Le vaccinazioni iniziano nell’infanzia e continuano fino all’età adulta. Queste prevengono la parotite, il morbillo, la varicella, il rotavirus e altre infezioni. Basti pensare che nel mondo i bambini salvati dai vaccini sono stati più di 37 milioni in un solo anno.

Importante è sottoporre il bambino anche a vaccino antinfluenzale ogni anno. Ciò è particolarmente importante per i bambini soggetti ad asma e altre condizioni di salute croniche.

3. Dormire bene per rafforzare il sistema immunitario del bambino

Per massimizzare il sistema immunitario, i bambini devono dormire a sufficienza e bene. Ovviamente, per ogni età del bambino i requisiti legati al sonno notturno variano:

  • neonati (0 e 3 mesi): hanno bisogno di 14-17 ore di sonno;
  • neonati (4 e 12 mesi): hanno bisogno di 12-16 ore di sonno;
  • bambini (1 e 2 anni): hanno bisogno di 11-14 ore di sonno;
  • bambini  (3 e 5 anni) hanno bisogno di 10-13 ore di sonno;
  • bambini (6 ai 12 anni) hanno bisogno di 9-12 ore di sonno.

Non dormire le ore sufficienti limita la capacità del corpo di produrre proteine ​​chiamate citochine che aiutano a combattere le infezioni e a ridurre l’infiammazione.

4. Alimentazione sana ed equilibrata

Una dieta sana è importante anche per il sistema immunitario del bambino. Come suggerisce anche l’Ospedale Bambino Gesù:

Seguiamo una alimentazione bilanciata dal punto di vista calorico, proteico e glucidico senza dimenticare di bere acqua, almeno 6 bicchieri al giorno per i piccoli.

A una corretta idratazione (importante anche in inverno), è bene accostare una buona selezione di cereali integrali.

Quello che mamma e papà dovrebbero fare è ridurre al minimo gli alimenti trasformati, ovvero, quei cibi “spazzatura” pieni di zuccheri e grassi insaturi.

Mentre, scegliere un’alimentazione basata su frutta, verdura e cibi genuini, garantisce l’apporto giusto di vitamine A ed E al bambino. Queste vitamine sono necessarie per mantenere un sistema immunitario forte.

La Dott.ssa Adriane Lioudis, conclude affermando:

Tuttavia, se il bambino ha un sistema immunitario compromesso, i genitori dovrebbero lavorare a stretto contatto con il pediatra di riferimento per trovare modi più adeguati a migliorare la sua immunità. Ogni bambino ha bisogno di un approccio personalizzato perché il suo sistema immunitario individuale varia.

In genere c’è un protocollo diverso con i bambini immunocompromessi. Infine, i genitori dovrebbero capire che alcune cose annunciate come “rimedi” comuni non sono efficaci per aumentare l’immunità. Ad esempio, non c’è una prova definitiva che grandi quantità di vitamina C o echinacea aiutino a prevenire i raffreddori o a diminuirli.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Bambino (1-6 anni)