Papà di tutto il mondo (o quasi), unitevi. Dove? Sui social, si intende: parte dal web la campagna per il diritto degli uomini, e nello specifico dei papà, di cambiare il pannolino al proprio figlio anche fuori casa.

Ad oggi infatti nella maggior parte dei bagni pubblici i fasciatoi sono presenti nel bagno delle donne, raramente si trovano anche negli spazi comuni, mai in quelli degli uomini. E vai con gli stereotipi di genere, fa riflettere la campagna #iocambio: forse che noi ai nostri bimbi non possiamo cambiare il pannolino? Altroché se possiamo, dobbiamo e vogliamo, ribadiscono i papà che aderiscono all’iniziativa partita da Milano nelle scorse settimane e diffusa presto, via social, anche in altre città d’Italia. Spiegano i promotori dell’iniziativa partita dal blog Onalim – Milano al contrario sul loro sito:

La battaglia per i diritti e per l’inclusione può passare anche da un fasciatoio messo nel posto giusto. Siamo abituati a trovare i fasciatoi, quando ci sono, solo nei bagni delle donne, come se il cambio del pannolino riguardasse solo le mamme o come se in ogni famiglia ci fosse sempre una mamma. Ecco perché con Onalim abbiamo lanciato la campagna social #IoCambio per sensibilizzare sulla mancanza dei fasciatoi nei bagni degli uomini o nelle aree comuni dei bagni degli esercizi pubblici, per consentire a tutti i papà e alle famiglie arcobaleno di cambiare i loro bambini. Abbiamo invitato i papà a farsi una foto mentre cambiano il pannolino ai loro bambini, sia in posti dove il fasciatoio c’è, sia dove non c’è, e di postarla usando l’hashtag #iocambio. Oppure di inviarcela all’indirizzo [email protected]

Così sul blog e sulla pagina Facebook di Onalim arrivano fotografie di papà intenti a cambiare il pannolino ai propri figli, nella comodità di casa o su superfici “di fortuna”, rivendicando allo stesso tempo il diritto di poter adempiere al proprio dovere di padre a 360 gradi.

valencia-fasciatoi
Un bagno di Valencia con i fasciatoi nel bagno degli uomini. Foto: [email protected]

I papà con le loro immagini documentano anche alcune illustri eccezioni, con i fasciatoi posizionati negli spazi comuni dei bagni pubblici: delle vere rarità, per questo l’obiettivo della campagna è di sensibilizzare i gestori di locali e centri commerciali convincendoli a posizionare anche nei bagni degli uomini i fasciatoi per cambiare i bimbi, con quella che definiscono una vera e propria “battaglia di civiltà“.

Quello che ora più ci interessa – spiegano ancora gli ideatori di #iocambio in un post – è che nei prossimi mesi questi fasciatoi nelle aree accessibili agli uomini o a entrambi i genitori si moltiplichino. Quindi vi chiediamo di continuare a segnalarceli quando li vedete in giro. Oppure di farlo presente quando non lo trovate. Vuoi vedere che qualcuno semplicemente non ci aveva pensato?

Le 10 cose che da mamma invidio ai papà

Articolo originale pubblicato il 4 settembre 2018

Categorie

  • Informazioni