Bonus genitori separati fino a 800 euro al mese: chi può richiederlo

È stato approvato un emendamento che prevede un Bonus fino a 800 euro al mese per i genitori separati o divorziati in stato di bisogno a causa del Covid. Le novità da conoscere.

Nel Decreto Fiscale (DL. n° 146/2021) nominato: “Misure urgenti in materia economica e fiscale, a tutela del lavoro e per esigenze indifferibili” è stato approvato un emendamento per opera della Lega che prevede un Bonus fino a 800 euro al mese per i genitori separati in stato di bisogno a causa della perdita di lavoro o diminuzione dell’attività lavorativa durante la pandemia da Covid.

Chi potrà beneficiare dell’assegno mensile di 800 euro? Scopriamo tutte le novità a riguardo.

Assegno unico figli fino a 175 euro al mese e si calcolerà con l'Isee

Bonus genitori separati fino a 800 euro al mese: chi può richiederlo

Per conoscere le modalità di esecuzione del Bonus genitori separati bisognerà attendere il via libera del Presidente del Consiglio entro 60 giorni dalla data di entrata in vigore della legge. Ma i genitori che beneficeranno del contributo economico saranno:

  • genitori lavoratori sia separati che divorziati, che a causa della separazione o divorzio non usufruiscono più dell’assegno di mantenimento a causa dell’altro genitore che, a causa della crisi pandemica, abbia perso il lavoro o avuto una riduzione della propria attività dall’8 marzo 2020 per almeno 3 mesi o una diminuzione del reddito Isee di almeno il 30% rispetto a quello percepito nell’anno precedente (2019).

Inoltre, come specificato su ilSole24ore, il decreto definirà anche i criteri e le modalità per la verifica dei presupposti e l’erogazione dei contributi.

Il Bonus genitori separati servirà alla mamma o al papà per adempiere alle spese di mantenimento dei propri figli in caso di difficoltà economiche – finanziarie. L’aiuto monetario da 800 euro al mese è stato finanziato con il fondo economico istituito dal ministero dell’Economia pari a 10 milioni di euro per il 2021.

Quindi, i genitori dovranno solo attendere per poter conoscere le diverse modalità di inoltro della domanda e i tempi di erogazione del bonus. Questa nuova misura economica pensata per le famiglie in difficoltà andrà ad affiancarsi all’assegno unico in arrivo per il prossimo gennaio 2022.

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Servizi e diritti