Come presentare domanda per il congedo parentale per genitori con figli in DAD

Il messaggio dell'Inps per i genitori lavoratori che vogliono presentare la domanda del congedo parentale per figli in DAD. I requisiti e come procedere all'inoltro

Con il messaggio n° 4564 del 21 dicembre, l’Inps comunica ai genitori lavoratori che necessitano del congedo parentale per figli in DAD il rilascio della procedura per la presentazione delle domande.

Scopriamo come inoltrare la domanda e i requisiti richiesti per poter usufruire dell’agevolazione familiare.

Chi può presentare domanda per il congedo parentale per genitori con figli in DAD

I genitori che possono richiedere il nuovo congedo parentale straordinario per i figli affetti da Covid, in quarantena da contatto o per attività di didattica a distanza (DAD) sono rappresentati da:

  • genitori lavoratori dipendenti;
  • lavoratori iscritti in via esclusiva alla Gestione separata;
  • lavoratori autonomi iscritti all’Inps;
  • genitori lavoratori affidatari o collocatari.

I congedi parentali speciali sono previsti per agevolare la cura dei figli conviventi minori di anni 14 affetti da Covid, in quarantena e che necessitano della DAD.

Congedo parentale Covid 2021: smart working o 50% d'indennità

Come presentare domanda per il congedo parentale per genitori con figli in DAD

La domanda inerente il “Congedo parentale SARS CoV-2” può essere inoltrata in un’unica modalità, ovvero via web seguendo diversi iter, così come specificato nel messaggio informativo dell’Istituto nazionale di previdenza sociale:

  • collegandosi al sito web dell’Inps nell’ambito dei servizi per presentare le domande di “Maternità e congedo parentale lavoratori dipendenti, autonomi, gestione separata”, se si è in possesso di credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) di almeno II livello, della Carta di identità elettronica (CIE) o della Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • tramite il centralino, chiamando il numero verde 803.164 (gratuito da rete fissa) o il numero 06 164.164 (da rete mobile a pagamento, in base alla tariffa applicata dai diversi gestori);
  • tramite Patronato, in modalità totalmente gratuita.

Inoltre, si potrà scegliere due modalità di congedo, quello “classico” ovvero continuativo oppure su base oraria. In questo ultimo caso, il genitore dovrà dichiarare:

  • il numero di giornate intere di congedo parentale da fruire in modalità oraria;
  • il periodo all’interno del quale tali giornate di congedo parentale sono fruite in modalità oraria.

Dal messaggio dell’Inps, viene spiegato in dettaglio come procedere dopo aver concluso le informazioni inerenti la parte anagrafica della domanda:

  1. selezionare “Richiesta di uno dei congedi istituiti per emergenza COVID-19” nella pagina “Tipo richiesta”, cliccare quindi su AVANTI;

  2. spuntare la richiesta del congedo nella sezione “Congedo parentale SARS CoV-2 e cliccare su AVANTI;

  3. indicare il motivo per il quale si richiede il congedo e, dunque, le informazioni relative alle certificazioni/attestazioni/provvedimento, cliccare quindi su AVANTI;

  4. procedere con l’acquisizione e richiedere un periodo coperto dalla certificazione (se presente), purché ricadente nell’intervallo previsto dalla norma, ossia dall’inizio dell’anno scolastico 2021/2022 e fino al 31 dicembre 2021 (cfr. il paragrafo 6 della circolare n. 189/2021).

Infine, ricordiamo che il nuovo “Congedo parentale SARS-Cov-2” presente nella circolare n° 189 è disciplinato dall’articolo 9 del Decreto Legge 21 ottobre 2021, n. 146, il quale ha previsto il congedo a partire dal 22 ottobre 2021 e fino al 31 dicembre 2021.

 

Seguici anche su Google News!
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Servizi e diritti