Bonus bebè 2020: a chi spetta e quando chiederlo - GravidanzaOnLine

Bonus bebè 2020: tutte le novità, i requisiti e come richiederlo

Bonus bebè (o assegno di natalità): cosa cambia nel 2020, chi può farne richiesta, qual è l'importo e quando richiederlo. Tutte le informazioni utili.

Con la Legge di Bilancio entrata in vigore il 1 gennaio arrivano anche le novità per l‘assegno di natalità, conosciuto come bonus bebè, che viene erogato per la nascita, l’adozione o l’affidamento di un figlio. Vediamo di cosa si tratta, chi può ottenerlo e come fare richiesta.

Bonus bebè 2020: le novità

Il bonus bebè consiste in un contributo mensile per un massimo di 12 mesi dopo la nascita o l’adozione di un bambino. L’assegno viene erogato dall’Inps fino al compimento di un anno di età del bambino o fino a un anno dall’ingresso in famiglia del minore adottato o in affido.

Innanzitutto la legge prevede una importante novità: non ci sarà più, infatti, il limite ISEE di 25mila euro come requisito per ottenere l’assegno. Tutte le famiglie, indipendentemente dalla loro fascia di reddito, potranno quindi farne richiesta, pur con alcune differenze a seconda del valore ISEE. Eccole nel dettaglio:

  • ISEE fino a 7.000 euro: 160 euro al mese (1.920 euro all’anno);
  • ISEE da 7.000 a 40.000 euro: 120 euro al mese (1.440 euro all’anno);
  • ISEE oltre i 40.000 euro: 80 euro al mese (960 euro all’anno).

Per tutti i figli successivi al primo, poi, come già nel 2019 anche nel 2020 l’importo dell’assegno aumenta del 20%. Lo stesso aumento vale anche nel caso di parto gemellare. A partire dal secondo figlio, quindi, gli importi saranno così suddivisi:

  • ISEE fino a 7.000 euro: 192 euro al mese (2.304 euro all’anno);
  • ISEE da 7.000 a 40.000 euro: 144 euro al mese (1.728 euro all’anno);
  • ISEE oltre i 40.000 mese: 96 euro al mese (1.152 euro all’anno).

Bonus bebè 2020: i requisiti

Al di là delle novità introdotte per quanto riguarda le fasce ISEE rimangono invariati i requisiti per poter ottenere il bonus:

  • cittadinanza italiana o comunitaria con titolo di soggiorno
  • residenza in Italia;
  • convivenza con il minore;
  • ISEE valido.

Bonus bebè 2020: quando fare domanda

Come per gli anni passati, anche per il 2020 la richiesta di assegno alla natalità va inoltrata entro 90 giorni dalla nascita o dall’adozione o affido del figlio.

Il contributo è previsto per tutti i bambini nati dal 1 gennaio al 31 dicembre 2020.

Bonus bebè 2020: come fare domanda

Le richieste vanno inoltrate all’INPS seguendo una delle seguenti modalità:

  • per via telematica accedendo al sito www.inps.it se si è in possesso del codice pin;
  • telefonando al contact center (803 164 da fisso e 06 164 164 da mobile);
  • rivolgendosi ai patronati.

Gli altri bonus

Come anticipato, la Legge di bilancio introduce altre novità per quanto riguarda le misure a sostegno della famiglia. Tra misure vecchie ma ampliate o ridimensionate e misure nuove, ecco le possibilità per le famiglie nel 2020:

  • Bonus asilo nido: il rimborso raddoppia, passando da 1.500 a 3.000 euro, per le famiglie con ISEE fino a 25mila euro.
  • Bonus latte artificiale: in casi di comprovata impossibilità della madre ad allattare il bambino al seno, per motivi di salute, sarà possibile usufruire di un contributo di 400 euro per l’acquisto di latte artificiale per 6 mesi;
  • Bonus mamma domani (premio alla nascita): confermato il contributo alla gravidanza e alla nascita del bambino, pari a 800 euro, per le donne dal settimo mese di gravidanza.

Non è stato ripristinato invece il bonus baby sitter, che dovrebbe confluire, dal 2021, nella nuova Carta bimbi, ancora in fase di definizione.

Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 7 voti.
Attendere prego...

Categorie

  • Servizi e diritti