Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, ho 43 anni e sono mamma di un bimbo di 20 mesi avuto con la tecnica ICSI. Avrei voglia di avere un secondo figlio ma il mio specialista, a seguito di ulteriori tentativi, mi ha consigliato di ricorrere all’eterologa. Il mio grande dubbio è sulla provenienza degli ovociti e quindi sulla loro garanzia di buona salute. Cosa fare in questi casi? Secondo Lei ci sono centri in questo senso più sicuri di altri? Distinti saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, concordo con il suo ginecologo. La probabilità di avere un figlio con la ICSI a 43 anni è davvero molto bassa. Per quanto riguarda la eterologa Le consiglio di affidarsi a Centri di validità comprovata. In proposito Le consiglio la Spagna (Istituto Valenciano di Infertilità IVI o Dexheus di Barcellona). Cordiali Saluti

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo