Viaggi settimanali in aereo, dolori e placenta non integra | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno, vorrei una conferma che mi rassicuri. Sono alla 12+2 ed ho sempre avuto dolori, fin dai primi giorni di assenza del ciclo. La ginecologa mi ha rassicurata ma i dolori ci sono ancora. 5 giorni fa ho fatto la translucenza nucale e mi è stato rilevato un lato della placenta frastagliato, con indicazione di non sollevare pesi e di fare riposo assoluto. Dopo la translucenza sono andata dalla mia ginecologa che facendo l’ecografia non si è accorta della placenta frastagliata se non dopo la mia indicazione di ciò che mi è stato detto in ospedale. Mi ha detto di non preoccuparmi e di vivere come sempre. Vado a lavoro regolarmente, non mi sono mai assentata, né per i dolori né per i vomiti che ancora sono presenti. Però ogni fine settimana per tornare a casa devo farmi un ora di aereo e 50 km di auto, ma rinunciare vorrebbe dire non stare a casa mia e stare da sola nella città in cui lavoro ma non vivo abitualmente. Vorrei sapere se c’è qualche rischio a continuare la vita che faccio ora, perché onestamente sono un po’ preoccupata. Vi ringrazio tantissimo.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, se la diagnosi fatta è minaccia d’aborto per distacco coriale, sarebbe consigliabile il riposo domiciliare. Se non ha perdite ematiche e la gravidanza è in regolare evoluzione può continuare a fare una vita normale. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo