Anonimo

chiede:

Salve, sono una ragazza di 30 anni e sono in attesa del mio primo figlio, Le scrivo per avere una Sua opinione in merito alle misure della mia piccolina. La prima ecografia “completa” mi è stata fatta a 16+3 settimane in occasione dell’amniocentesi e i valori biometrici sono questi: Diametro Biparietale 34,0 mm Circonferenza cranica 131 mm Cervelletto 17 mm DTC 34 mm Lunghezza femore 21 mm Lunghezza omero 20 mm (So che il feto è femmina dai risultati preliminari dell’amniocentesi, che hanno escluso trisomia 21, 18, 13 e malattie legate ai cromosomi X ed Y) Il dottore mi ha detto che è “piccolina” rispetto alla media e che avrei dovuto ripetere le misure dopo tre settimane per seguire la crescita . Questi sono e i valori biometrici alla 19+0 settimane: Diametro Biparietale 40 mm Circonferenza cranica 154 mm Cervelletto 19,6 mm DTC 43 mm Lunghezza femore 28 mm Lunghezza omero 27 mm Il dottore mi ha detto che è ancora”piccolina” rispetto alla media e ha aggiunto che le ecografie è meglio farle verso la fine della settimana e non l’inizio e ha detto che comunque dovrò ripetere le misure tra due settimane. Ciò che mi preoccupa è soprattutto la DBP ed il valore della circonferenza del cranio. Secondo Lei il feto potrebbe avere problemi nella crescita o potrebbe essere che il concepimento sia avvenuto con qualche giorno di ritardo visto che non ricordo bene il giorno (dall’ecografia della 12 settimana il medico ha fissato la data)?? Spero di essere stata chiara e di non averLa confusa. La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

Redazione

Redazione

risponde:

Una datazione corretta della gravidanza è possibile al primo trimestre, e anche alla 16a settimana. Eventuali piccole discrepanze, di meno di una settimana in genere evitiamo di considerarle. Quando invece la differenza è di una settimana intera o più, conviene ridatare la gravidanza. Se si riscontra una differenza in questi esami dei primi 4 mesi, è ovvio che la stessa differenza si troverà nei mesi successivi, non perchè la bimba cresca di meno, ma perchè la gravidanza è solo iniziata più tardi rispetto ai conti. L’importante è che il trend di accrescimento sia stabile. Se invece la differenza tende ad aumentare, potrebbero esserci dei problemi. Questa comunque non è una valutazione che può fare lei, nè tanto meno noi dai dati riferiti: è compito dell’operatore che esegue l’esame e che dispone di tutti gli esami precedenti, perchè possa essere prima di tutto sicuro della datazione della gravidanza. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo