Soffro di amenorrea | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Sono Lisa, ho 33 anni e soffro di amenorrea da sempre. Ho avuto menarca a 14 anni e mai mestruazioni regolari. Da quando avevo 12 anni ho un cattivo rapporto con il cibo e con il mio corpo, nel senso che non mi piaccio e che voglio stare magra. Mai digiunato, ma sempre un controllo ossessivo su alimenti e sport. Adesso sto molto meglio, tanto che mangio in abbondanza (anche se il tarlo non è sparito), faccio attività sportiva regolare (2 volte a settimana), ma il problema sussiste; chi mi ha seguito, ha stabilito che fosse un problema di scarso strato adiposo (bassa leptina), e di ansia e stress (cortisolo alto). Allora perchè certe volte tornano le mestruazioni?. Non ho carenze di nessun tipo (emocromo, tiroide, minerali, tutto ok) anche dosaggi ormonali son nella media, però senza oscillazioni come un ecg piatto! Nel corso degli anni ho provato con vari stimolanti ovarici (farlutal, ecc.), ma una volta sospesi, le mestruazioni cessavano, per poi ritornare a distanza di
mesi o anni, spontaneamente. Ho provato anche con l’omeopatia e non so più cosa fare, anche perchè questa cosa mi porta altri disturbi come perdita di capelli o osteoporosi. Grazie se vorrete darmi un consiglio. Cordiali saluti.

Gentile Signora, il parere che posso esprimere è sicuramente generale in quanto solo visionando in prima persona alcuni aspetti laboratoristici e clinici si rende possibile un giudizio circostanziato. Tenga presente che a volte, un qualsiasi disagio psicologico, soprattutto se continuo, può determinare un blocco dell’ipotalamo, che in un certo senso comanda, con la supervisione della corteccia cerebrale, le mestruazioni ed il ciclo. Squilibri mestruali anche protratti sono relativamente frequenti in atlete professioniste, in persone che ricoprono cariche importanti che impongono ritmi di lavoro elevato, in persone che in ogni caso vivono con ansia ed anche insoddisfazione le cose di tutti i giorni. Sicuramente occorre fare una diagnosi che spesso richiede test endocrinologici specifici, anche se a volte, oltre che constatare il tipo di alterazione, non si può trovare una causa specifica. Se vuole andare a fondo all’eventuale problema, sarebbe indicato un breve ricovero in un centro endocrinologico, luogo ideale per eseguire alcuni test difficilmente eseguibili privatamente. Da quanto inoltre scrive, credo che nel suo caso possa sortire buoni effetti un supporto psicologico o ancor meglio pedagogico clinico. Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo