Sofferenza fetale | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Ho partorito a gennaio alla 36+4settimane con
parto cesareo per
sofferenza fetale dopo l’induzione, effettuata per
oligodramnios severo.
La diagnosi dell’esame istologico è la seguente:
Alterazione aspecifiche del
parenchima placentare con moderato edema
dei villi. Iniziale focale
corionite e funisite acuta.
Vorrei
sapere il significato della diagnosi. Avrei potuto perdere il mio
bambino senza accorgermene? Si può ripetere con un’altra gravidanza?

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Sara, si è trattato di una sofferenza fetale generata
dall’invecchiamento precoce della placenta che non permetteva più
normali scambi gassosi tra sangue fetale e materno. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo