Aborto volontario e senso di colpa: come superarlo? - GravidanzaOnLine

“Mi sento in colpa per avere abortito: come posso superare questo momento?”

Laura

chiede:

Buonasera, sono Laura e ho 24 anni. Ho scelto di abortire 7 mesi fa e ad oggi continuo a sentirmi in colpa per quel bambino che non è nato. Penso che oggi starei per prepararmi a partorire e piango in continuazione. So però che è stata la scelta giusta e ci ho pensato molto bene, ma questo non mi aiuta. Secondo lei cosa dovrei fare per uscire da questo tunnel? Grazie infinite

Ciao cara Laura, l’esperienza che hai vissuto è oggettivamente una delle più devastanti e dolorose per una donna e tu, pur sapendo che certe scelte sono dettate dalle circostanze, non l’hai ancora accettata e soprattutto elaborata fino in fondo. Ciò che sicuramente più ti fa male è il pesante senso di colpa che porti dentro come una condanna, un dispiacere profondo che riaffiora sempre pensando alla scelta che hai preso.
Vorrei dirti che ogni aborto è pieno di colpevolizzazioni e di dolore, perché è una perdita profonda e perché è un evento che pone di fronte a fortissimi conflitti: la donna che decide di interrompere la gravidanza teme sempre consciamente o inconsciamente di aver avuto sentimenti ambivalenti di accettazione e di rifiuto per quel bimbo mai nato. Anche per questo fai fatica a perdonarti. La parte emozionale e la razionale lottano fra loro: ma più spesso è quella razionale ad essere sconfitta e dimenticata perché è quella che ha guidato la scelta.
Alcune donne mettono in atto un processo di rimozione come meccanismo di difesa per tentare di tornare a vivere come prima. Ma è un’illusione che rischia di scindere la personalità in due; una parte continua a vivere come se niente fosse, un’altra rimane “fissata” sul trauma. Bisogna rivivere l’esperienza traumatica dell’aborto, elaborare il lutto, ottenere il perdono dal bambino non nato per perdonare se stesse. Se non riesci a farlo da sola, un aiuto terapeutico può sicuramente aiutarti ad elaborare veramente quella perdita e ad alleviare e superare la tristezza e la malinconia che provi ancora. Per qualsiasi dubbio o informazioni scrivimi, sarò felice di aiutarti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie