Seconda gravidanza e sensi di colpa: perché? - GravidanzaOnLine

“Sono di nuovo incinta: è normale sentirsi in colpa verso la prima figlia?”

Anonimo

chiede:

Buongiorno, sono alla seconda gravidanza di 6 settimane, cercata e voluta. Eppure, dopo un primo momento di felicità sono stata assalita dal malumore e ho voglia di piangere sempre. Più che altro provo senso di colpa per la prima bambina, che ha un anno e mezzo e siamo molto attaccate.

Mio marito poi non aiuta, è un po’ superficiale su queste cose, è molto all’antica: per lui le donne devono essere forti e non capirebbe i miei pianti, criticandomi e facendomi vergognare ancora di più.

Per di più è sempre molto nervoso ed esagerato in casa: per esempio si arrabbia se si rovescia un po’ d’acqua in terra, gli dico “mi dispiace non l’ho fatto apposta” e la sua risposta più o meno è sempre “Vabbè dai, non ti si può dire niente a te, stai zitta e basta, non mi parlare neanche poiché mi hai già stufato” e se dopo provo a parlargli non mi risponde neanche più. Mi agita e mi innervosisce ancora di più perché, evidentemente, non sono io la persona a cui non si può dire niente…

Cara mamma, innanzitutto congratulazioni per questa nuova gravidanza. L’umore altalenante è uno degli aspetti che possono creare ansia e tensione nelle donne, soprattutto nelle prime settimane. Oltre agli ormoni, i sensi di colpa (assolutamente comprensibili) nei confronti della tua prima bimba alimentano la sensazione di confusione: “ho cercato questa gravidanza ed ora non riesco a gioire, perché? Cosa mi starà succedendo? Trascurerò la mia piccolina?”. Non ti spaventare, sono domande che molte mamme si pongono quando per la seconda volta vedono il test di gravidanza positivo. La tua bimba la amerai illimitatamente come hai fatto fino ad ora, il tuo amore si raddoppierà quando avrai tra le braccia il tuo secondo bambino.

Vorrei soffermarmi maggiormente sul rapporto che hai con tuo marito. La seconda gravidanza è stata voluta da entrambi? Questo nervosismo è apparso dopo la notizia della gravidanza? Potrebbe essere anche lui “confuso, disorientato”, la vostra famiglia subirà un meraviglioso ma impegnativo cambiamento. Ti consiglio di parlargli quando siete sereni: manifestagli le tue paure, spiegagli che hai bisogno del suo supporto per affrontare questo periodo così delicato.

Non puoi continuare a nascondere le tue emozioni, non fa bene né a te né alla coppia. Cercate di trovare un punto di incontro, la serenità deve essere uno degli obiettivi più importanti per voi e la vostra bambina. Può essere che stiate provando gli stessi sentimenti e invece che confrontarvi vi innervosite l’uno con l’altra per lo stress che non riuscite a scaricare.

Un grosso in bocca al lupo e non esitare a contattarmi per ulteriori domande.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Rating: 5.0/5. Su un totale di 1 voto.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie