Anonimo

chiede:

Gentile dottore,
sono alla 23 settimana di gestazione e ho 35 anni. Durante la morfologica i è stato diagnosticato un parziale scollamento della membrana del sacco; il ginecologo mi ha detto che la placenta è ben adesa e che questo scollamento può indurre un travaglio prematuro. Mi ha detto di stare a riposo e mi ha fissato un appuntamento a breve. Io lavoro (un lavoro d’ufficio che però è mio). Vorrei sapere se posso continuare a lavorare e se c’è la possibilità di rimarginazione di tale scollamento. Nella precedente gravidanza ho avuto il problema opposto: il gine ha dovuto eseguire lo scollamento manuale per indurre il travaglio alla 41 settimana.
Cordiali saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Esmeralda, senza una valutazione diretta, non posso esserle di aiuto, in quanto valutazioni indirette su problematiche come quelle che lei riporta, sono purtroppo legate alla esperienza del medico che ha eseguito l’esame e alla potenza della apparecchiatura utilizzata.
In ogni caso può capitare che l’amnios non risulti fuso completamente al chorion, almeno in alcuni tratti, anche in assenza di reale patologia. È buona norma in ogni caso, in presenza di problemi presunti o reali, non affaticarsi… ideale sarebbe il riposo a casa (magari non l’allettamento…), ma a tale riguardo non posso essere più preciso per mancanza di dati.
Esegua una eco TV per la valutazione dello stato del collo uterino e dell’orifizio uterino interno.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo