Rischio trombosi? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno Dottore, mi chiamo Tiziana e ho 37 anni. Prendo la pillola da circa 10 anni (milvane) senza mai alcuna interruzione. Ogni due anni eseguo gli esami di routine e sono sempre perfetti (emocromo, colesterolo, glicemia, urine ecc.) Tre anni fa ho anche eseguito l’antitrombina III, il cui risultato è stato 81 (su valori di riferimento 75 – 120). Ho eseguito anche l’omocisteina, che è risultata inizialmente un po’ alterata, pari a 15 (valori < di 13). Ho preso due mesi l'acido folico (Prefolic) ed il valore è sceso a 11,3. Poiché in famiglia c'è stato un caso di trombosi (a mio nonno è stata amputata una gamba, ma aveva più di 75 anni), chiedo se c'è ereditarietà e se è quindi il caso di interrompere la pillola. Sono a rischio trombosi? Grazie. Cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Tiziana,
la predisposizione alle trombosi viene valutata, dopo attenta anamnesi personale e familiare che indichi un approfondimento delle indagini, con test specifici che esulano dalla routine. Se ha usato Milvane per dieci anni senza alcun problema non è certamente la trombosi del nonno che può modificare il giudizio sulla sua assenza di rischio in tal senso, quindi, se vuole, può continuare ad assumere il contraccettivo, sempre sotto adeguato controllo medico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo