Quando interrompere il progesterone? | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, mi chiamo Valentina, ho 29 anni e sono alla prima gravidanza. Premetto che ho già in animo di cambiare il ginecologo, perché con la mia non riesco a trovare una vera intesa e non mi sento seguita. Il alla mia 8 settimana (ora sono alla 11), ho avuto un episodio di lievi perdite marrone molto chiaro e un po’ di dolore pelvico. Mi sono recata al ps e lì mi hanno rincuorato dicendomi che, essendo a cavallo del mese, poteva capitare ma che andava tutto bene. Dopo qualche giorno, avendo sentito la ginecologa per darle i risultati di alcune analisi, sotto sua richiesta le dico di avere ancora un po’ di dolore e lei, senza spiegarmi nulla, mi dice di mettermi a riposo, di non avere rapporti col mio compagno e di prendere il progesterone. Non mi ha visitato naturalmente, perciò ancora sono all’oscuro della motivazione di tutte queste precauzioni. Comunque, dette tutte queste cose, a che punto della gravidanza devo sospendere il progesterone? Lo dovrò prendere tutta la gravidanza? Non credo di doverlo fare. È possibile che, pur prendendo il progesterone e stando abbastanza bene, io abbia avuto un aborto interno senza sintomi? La mia ginecologa mi ha davvero messo in uno stato d’ansia abbastanza profondo. Grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Valentina, le precauzioni derivano dal fatto che qualsiasi perdita ematica in gravidanza precoce deve essere considerata fino a prova contraria come una minaccia di aborto.
Purtroppo senza il risultato di una ecografia minuziosa, non si possono esprimere giudizi.
La durata del trattamento progestinico deriva sia dall’andamento clinico che ecografico.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo