"Ho un polipo benigno nell'utero: ostacola il concepimento?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno, mi è stato trovato dalla mia ginecologa un polipo all’utero di 1,5 cm benigno. Io ho 34 anni. Mi è stato consigliato di fare subito una isteroscopia operativa, perché mi ha detto, visto che mio marito ha una scarsa motilità dei suoi spermatozoi e io ho questo polipo, per noi sarebbe impossibile poter avere un figlio.

Questo polipo penso mi sia venuto in questi ultimi 2 anni, ma non me ne sono accorta perché non mi ha mai dato né dolori né problemi. Al di là del concepimento, secondo lei questa operazione la devo fare per forza per togliermelo? Oppure facendo una dieta sana e tenendolo sotto controllo, poi man mano che andrò in là con gli anni, si seccherebbe da solo? Perché ho letto che l’operazione, secondo varie testimonianze, sembrerebbe piuttosto dolorosa e fastidiosa. Purtroppo soffro anche di vaginismo, e non vorrei durante l’operazione avere eventuali complicazioni.

Dott. Giulio Lanzi

risponde:

Gentile signora, un polipo di 1,5 cm deve essere indagato e asportato. In età fertile si tratta di formazioni quasi sempre benigne ma che con il tempo, ingrandendosi, possono dare sanguinamenti e altri sintomi. Importante è anche completare la diagnosi con un esame istologico che ne confermi la benignità. Escluderei che possa “seccarsi da solo” e se, come è prassi, sarà programmata una resezione in sedazione non avrà alcun disagio. L’intervento è miniinvasivo e il tasso di complicanze bassissimo.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie