Che fare in caso di poliabortività? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve Dottori
Sono reduce negli ultimi 3 anni da 4 aborti:
1° aborto: 6^ settimana (embrione fermo a 5mm senza battito) nessuna terapia
2° aborto: 6/7 settimana (a 6+2 embrione con battito, cessato poco dopo), terapia clexane 4000
3° aborto: biochimica, terapia clexane 4000 + progefikk
4° aborto (cambiato ginecologa): 8+2 , embrione a 6+5 di 7 mm con battito a 8+2 di 17 mm ma senza battito, terapia cardioaspirina + clexane 4000 + 2 ovuli progefikk + eutirox 25 (in gravidanza salito tsh a 2,3).

Ho fatto davvero tutti gli esami possibili (se li scrivo impiego 10 pagine) è emerso mthfr in omozigosi (e prendo a vita acido folico) proteina c e antitrombina III bassa (ma sequenza dei due geni negativi assenza di mutazione), flussimetria arterie uterine molto sballata, suscettibilità celiachia (presenza etidimero DQ2) ma anticorpi celiachia negativi. La mia ginecologa vorrebbe darmi per la prossima gravidanza anche cortisone (nonostante screening autoimmunità negativo). Vorrei fare anche una dieta priva di glutine (c’è chi lo sconsiglia e chi dice che anche la sensibilità porta aborti). Sono avvilita… Grazie dottori.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Gentile signora, affrontare un caso di poliabortività come il suo con scarse informazioni generiche è ovviamente impossibile. Anche a me ci vorrebbero dieci pagine solo per fare l’elenco degli argomenti, e quindi rinuncio in partenza. Una cosa è certa: che nessuna delle terapie che lei cita ha mai fornito prove incontrovertibili, in studi clinici randomizzati, cioè seri, di avere alcuna significativa efficacia, e non è brancolando nel buio e facendo cure a caso che aumenterà le sue possibilità di diventare mamma.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie