Placenta di ridotte dimensioni | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottore, mi chiamo Elena ho 35 anni vorrei porle un quesito: può
in qualche modo l’amniocentesi arrestare la crescita della placenta? Le
spiego meglio, ero incinta al 4° mese quando feci l’amniocentesi (sino ad
allora la crescita del feto era nella norma) al successivo controllo dopo
un mese mi dissero che il feto in un mese ero cresciuto di una settimana
e questo era dovuto al fatto che la placenta era di dimensioni ridotte.
Cosa può aver contribuito al non sviluppo della placenta? La ringrazio
anticipatamente
per le risposte che vorrà darmi.

Cara Elena, purtroppo le informazioni che mi fornisce non sono sufficienti
per esprimere un corretto giudizio.
L’amniocentesi, se non associata a complicanze, non causa ritardo di
crescita o alterazioni della placenta. Cosa differente è l’amniocentesi
complicata, per esempio da corionamnionite. Sicuramente la crescita che Lei
riporta non è normale. Ne parli accuratamente con il Suo ginecologo ed
esegua una ecografia diagnostica, che potrebbe fornire particolari
indispensabili per un corretto orientamento.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo