Inofolic e pillola: sono in conflitto? - GravidanzaOnline.it

Anonimo

chiede:

Salve, io avrei bisogno di un consiglio. Ormai da anni ho scoperto di soffrire di ovaie policistiche, tesi confermata dopo un anno di amenorrea post pillola e vari esami del sangue ‘sballati’, fra cui LH (sei volte tanto l’FSH) e ovviamente ecografia pelvica che mostrava ovaie dall’aspetto multifollicolare.
La mia ginecologa mi consigliava di assumere una pillola dal potere ANTI androgenizzante, tipo Yasmin, piuttosto che Ginoden che ho assunto per anni e che più che migliorare le mie ovaie, effettivamente ha peggiorato la situazione.
Al momento sono al primo blister di Diane, che vorrei portare avanti per almeno 6 mesi e poter poi passare ad una pillola più leggera, come Yasmin.
Ma la mia domanda è se alla pillola può essere associato INOFOLIC, che è un integratore di acido folico e inositolo che dicono possa essere molto utile in caso di policistosi! Il fatto è che esso stimola spesso l’ovulazione e mi chiedevo se fosse corretto assumerlo in concomitanza con l’estroprogestinico che invece ha la funzione opposta… Rischio di creare
problemi? Pur essendo solo un integratore? In realtà non capisco se l’inositolo può comunque essermi utile nel metabolizzare gli zuccheri, che generalmente è un problema che sta alla base della Policistosi (insulino-resistenza), inoltre ho eliminato zucchero (uso fruttosio) e farine bianche per cercare maggiormente di far riassorbire queste cisti alle ovaie. Spero funzioni, ma il dubbio Inofolic associato a pillola rimane!
Grazie per l’attenzione,
Cordiali saluti.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signora, la terapia che segue è nella giusta direzione e l’aggiunta di acido folico è in un’altra direzione, ma in ogni modo non dannosa. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo