Per sempre, forse, si chiederà...: 'Se avessi deciso diversamente...?' - GravidanzaOnLine

Per sempre, forse, si chiederà...: "Se avessi deciso diversamente...?"

Anonimo

chiede:

Capisco la sua generalizzazione nell’ultima risposta a Daniela, nel forum del sito. Capisco che forse non abbia le idee chiare, e nessuno le abbia raccontato in dettaglio gli avvenimenti. Ma consigliare a una donna di godersi il suo bambino, per evitarle un possibile duro colpo alla psiche, non crede sia un po’ riduttivo? Forse dovrebbe chiedersi per quale motivo una donna a 36 anni, con un bambino di 5 anni bello e sano, ne voglia con tanta forza un altro. Non ha pensato che, forse, il padre del bambino che
è stato abortito potrebbe non essere la stessa persona dell’altro? Mi rendo conto che la domanda, e la sua risposta, siano adatte al sito. Rileggendo
le parole di altre donne, sicuramente le parole di Daniela possono essere un ottimo spunto. Lei loda la speranza “che non è stata persa”, prende ad esempio le parole di chi ha avuto per caso un figlio sano, dopo tante peripezie. E contemporaneamente frena questa speranza. Perché troppo non
si può chiedere. Chi ha un atteggiamento positivo lo manterrà sempre, chi spera, in fondo, manterrà un velo di desiderio. E non accetterà di sopprimere tali sentimenti davanti a un consiglio basato su calcoli statistici. Saprà di aver fatto una scelta giusta per la “società”, non avere altri figli, avrà il plauso di specialisti diversi, psicologi e
madri apprensive. Ma manterrà nel cuore una voglia, repressa, che porterà nella tomba. Per sempre, forse, si chiederà… :”Se avessi deciso diversamente…?” Lungi dall’essere una critica, il mio è solo un commento, assolutamente spontaneo, e per questo forse molto poco preciso. Cordiali saluti

Caro Fabrizio,
certo che non ho pensato al fatto che i due papà potessero essere diversi,
come non penso che lei sia il nuovo partner della signora Daniela, aspirante
papà… O mi sbaglio?
In ogni caso, se le cose stessero come lei dice, credo che il papà del bimbo
abortito, per amore della sua compagna, potrebbe anche ‘adottare’ il bambino
di cinque anni che già c’è, anche se ha il grave difetto di non somigliargli
per niente.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo