Passaggio da yasminelle a sibilla | GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve le scrivo per delle delucidazioni riguardo il passaggio da un contraccettivo orale all’altro: per 4 mesi ho assunto yasminelle, tutto bene, ciclo sempre puntuale al quinto giorno. Questo mese il mio ginecologo l’ha cambiata con la pillola sibilla, visto che yasminelle mi causava un po’ di gonfiore dopo l’assunzione. La mia domanda è la seguente: il ginecologo mi ha detto di cominciare la nuova pillola dopo i sette giorni di sospensione in cui mi è venuto il ciclo. All’ottavo giorno ho iniziato a prendere Sibilla e al decimo giorno ho avuto un rapporto non protetto. Le chiedo se la sicurezza contraccettiva è garantita, così come ha detto il mio ginecologo o se non è così.

Redazione

Redazione

risponde:

Come sempre vi invitiamo a non chiederci pareri sull’operato dei vostri specialisti di fiducia. Non conoscendovi, non potendo fare una visita completa di anamnesi, il nostro parere sarebbe inattendibile oltre che scorretto. Oltretutto anche sul foglio illustrativo ci sono precise istruzioni su come assumere la pillola in caso di passaggio da un metodo all’altro. Quindi la prego di ascoltare il suo medico. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo