"Sono stata operata alla schiena: posso affrontare il parto naturale?"

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, sono al terzo mese di gravidanza ma mi chiedo già come potrò partorire. Due anni fa ho subito un intervento di stabilizzazione vertebrale (L5-s1) e quindi mi ritrovo sei viti, due barre e due cages alla colonna. Secondo lei sarà meglio un parto con taglio cesareo o naturale? Sul punto la mia ginecologa mi consiglia di parlarne al neurochirurgo che mi ha operata. Grazie

Dott. Luca Zurzolo

risponde:

Gentile signora, concordo con la sua ginecologa: per determinare la modalità del parto è essenziale che lei effettui una consulenza con il neurochirurgo che la ha operata ed è ugualmente importante, in caso di decisione per il taglio cesareo, parlare con l’anestesista che dovrà valutare la possibilità di effettuare una anestesia spinale oppure una anestesia generale. Cordiali Saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie