Operazione in laparoscopia di ciste ovarica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Buongiorno,
sono Francesco e vorrei farle una domanda.,
Premetto che la mia ragazza il 30 maggio dovrebbe sottoporsi ad una
operazione in laparoscopia ordinatale dal suo ginecologo e da uno
specialista per togliere/risucchiare una ciste ovarica di circa 4/5cm…
essendo la mia ragazza ancora vergine perché finora non abbiamo mai
avuto rapporti completi ma solo masturbazione con uno/due dita, volevo
chiedere questo:
per l’operazione in laparoscopia viene usato anche uno strumento che
si chiama isteroiniettore da inserire in vagina e fino all’interno
dell’utero che serve per poter mobilizzare l’utero?
Se si, come viene inserito questo strumento? Viene usato anche lo
speculum?
Per quanto riguarda la verginità della ragazza, l’uso di questi due
strumenti può crearne la perdita della verginità?
Oppure possono essere usati senza creare “danno”? Attendo gentile risposta, grazie anticipatamente.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Francesco, ogni applicazione di strumenti può causare la
lacerazione dell’imene. Non so nel caso della sua ragazza cosa sarà
necessario, ma nessuno può escluderle che accada. In genere si valuta
il bilancio fra il rischio di non fare l’intervento e la lacerazione
dell’imene. Se il bilancio rende necessario l’intervento capirà che non
si bada molto a tali futili questioni. Una proposta che noi facciamo in
tali casi è di rimandare l’intervento, ovviamente solo se non urgente e
indifferibile, e consentire così alla coppia di avere un normale
rapporto sessuale prima. Ma capisco che questo può scontrarsi con
convinzioni personali, sociali o religiose. Ne parli con i suoi curanti
e soprattutto con la sua ragazza e, la prego, con nessun altro che possa
influenzare una scelta così personale. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo