Nuvaring - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile dottore, uso nuvaring da circa 4 mesi e non ho avuto alcun
tipo di problema. Martedì scorso sono stata sottoposta ad intervento di
tonsillectomia e la domenica precedente ho dovuto reinserire un nuovo
anello
senza effettuare l’intervallo libero di una settimana per evitare che il
giorno dell’intervento mi arrivasse il ciclo. Ora il mio problema è questo.
Mi sono stati dati dei coagulanti (tranex) e un antidolorifico a base di
codeina e paracetamolo e non so se è il caso di tenere inserito l’anello
per
le consuete tre settimane o se toglierlo in anticipo. Inoltre ho un po’ di
nausea, senso di vertigine e dei piccoli dolori alla pancia come quando
deve
arrivare il ciclo… è possibile che il nuvaring non abbia funzionato
durante
le mie ferie estive (non ho preso antibiotici e ho fatto in modo di tenere
la temperatura al di sotto dei 30 gradi anche durante il viaggio in
traghetto)?

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile signorina,
indipendentemente dall’uso dei coagulanti e dell’antidolorifico, l’anello
contraccettivo assicura il suo funzionamento se il contatto con la mucosa
vaginale permette un corretto assorbimento dei principi attivi in esso
contenuti. L’uso continuativo per un periodo superiore ai 30-40 giorni
talvolta non riesce a garantire il controllo del ciclo, per cui i dolori
addominali possono essere a ciò correlati (non la nausea e le vertigini!).
Ritengo che possa ragionevolmente rimuovere l’attuale anello, attendere 7
giorni con il relativo flusso ed inserirne poi uno nuovo.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo