Non sono riuscita a partorire! - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, sono una ragazza di 23 anni e madre da quasi due mesi. Il parto mi ha letteralmente distrutta dal punto di vista psicologico e adesso spiego il perché: Il 26 maggio avrei dovuto partorire naturalmente ma, dopo 12 ore di travaglio, durante la fase espulsiva, a causa dei forti dolori, mi rifiutai di spingere e non riuscii a fare tutto ciò che le ostetriche dicevano… non collaborai per niente, a tal punto che decisero di farmi partorire con taglio cesareo! Dopo la dimissione dall’ospedale tornai a casa e, invece di essere felice per il gran dono ricevuto, mi assalì una grande tristezza e depressione che tutt’ora non passa! Mi sento un’incapace per non essere riuscita a far nascere mio figlio… tutte le donne ci riescono tranne me… sento di non meritarmelo, mi sento in colpa nei suoi confronti, non riesco nemmeno ad allattarlo e guardarlo in faccia. Inoltre dormo poco e mangio pochissimo e non ho voglia di vedere nessuno. Se avessero dovuto ricorrere al taglio cesareo per un valido motivo, sicuramente non mi sarei sentita così male e avrei accettato la cosa… invece quello che mi distrugge è il fatto che ho dovuto subire questo tipo di parto senza che ce ne fosse un reale bisogno, ma semplicemente per il fatto che non sono stata capace a partorire. E se non esisteva il cesareo? Come avrei fatto? Sicuramente gli avrei fatto seriamente del male al bambino. Per favore mi aiuti! Mi dia qualche consiglio per stare meglio. Grazie.

Cara mamma, la sua lettera sembra proprio un grido di aiuto, è molto tangibile la sofferenza che sta vivendo. È comprensibile quanto i sensi di colpa e di inadeguatezza con cui si scontra ogni giorno le impediscano di poter gioire di suo figlio e della sua maternità. Cerchi quanto prima un aiuto psicologico, dove troverà uno spazio in cui elaborare i suoi vissuti, le sue paure, le idee che ha su di sé e che si è rafforzata a seguito di questo parto travagliato. Vedrà che poter fare questo percorso accompagnata e supportata le permetterà di non sentirsi sola e inadeguata nell’affrontare il suo disagio.
I migliori auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Psicologo