Necessità ecografia dopo aborto? - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Salve, ho 31 anni e sto provando ad avere il mio primo figlio. A
giugno
ho avuto un aborto spontaneo alla terza settimana che io ho scambiato
per il ciclo mestruale, visto che il periodo coincideva (21-25
giugno).
Ho capito che si trattava di un aborto perchè, avendo avuto delle
perdite di sangue per me insolite pochi giorni dopo la fine del
ciclo,
la mia ginecologa mi ha consigliato di fare le beta che sono risultate
positive anche se basse (beta 125 al 5/7/08). Cinque giorni dopo ho
rifatto le analisi, i valori però erano crollati (beta 18 al 10/7/08).
La mia ginecologa mi ha detto che avevo avuto un aborto naturale, non
mi ha indicato di fare nulla in particolare e mi ha detto di
riprovarci appena tornato il ciclo. Il ciclo mi è tornato il 12 luglio
e mi sarebbe dovuto ritornare l’8 agosto. Avendo riconosciuto i
sintomi, l’11 agosto ho fatto le beta e risulto di nuovo incinta (beta
358). Dopo aver fatto un giro sul vostro sito, oggi le mie domande
sono
queste: dopo l’aborto spontaneo alla terza settimana avvenuto a
giugno,
avrei forse dovuto fare un’ ecografia interna per verificare che
fosse
tutto ok e se ci fosse necessità di fare un raschiamento prima di
riprovare a rimanere incinta? Avrei dovuto aspettare più tempo prima
di
riprovarci? Se si, ora che devo fare?
Grazie mille,

Redazione

Redazione

risponde:

Cara Sara, sicuramente è sempre meglio effettuare una ecografia dopo
un aborto.
Su quando riprovare, esistono pareri contrastanti. I tempi consigliati
variano da 1 – 2 a otto mesi, per varie ragioni più volte sottolineate
in altri post.
Al momento esegua esami ematochimici completi, ed un protocollo
ecografico di sorveglianza adeguato.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo