Megavescica, bacinetti renali dilatati, cisti plesso coroideo - GravidanzaOnLine

Megavescica, bacinetti renali dilatati, cisti plesso coroideo

Anonimo

chiede:

Salve,
sono una ragazza di 32 anni in attesa del suo primo bimbo (18esima
sett). Durante l’ecografia del 4° mese è stata diagnosticata al mio bimbo la presenza di megavescica, bacinetti renali dilatati e 2
cisti del plesso coroideo sx. Il mio ginecologo mi ha subito consigliato di fare l’amniocentesi, poiché dice che vi è un elevato rischio di alterazione del cariotipo (in precedenza mi ero sottoposta
al bitest e al tritest con esiti negativi). Prima di effettuare l’amniocentesi, mi è stato consigliato di parlare con un altro medico che mi ha parlato di possibilità di interventi chirurgici prenatali, così dalla Romagna sono partita per Roma e lì sono stata visitata da un noto ginecologo che durante l’eco si è accorto che la vescica si è ridimensionata, ma i bacinetti renali e le cisti sono ancora presenti ed in più mi è stato detto che la vescica può nuovamente gonfiarsi. Com’è possibile? Anche qs medico mi ha consigliato l’amniocentesi, ma io ho molta paura che, quest’esame invasivo, possa fare del male al mio bambino. Il dottore mi vuole rivedere tra 2 settimane. Come mi devo comportare? È molto grave il problema del mio bambino? Risolvibile? Potrei avere causato io in qualche modo questi problemi? Vorrei tanto un aiuto perché sono distrutta. Grazie

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, la dilatazione significativa dei bacinetti renali e le cisti dei
plessi corioidei rappresentano soft Markers nel senso che associati in
numero superiore o uguale a due, rappresentano un aumento di rischio
per cromosomopatie.
Aumento di rischio non significa ovviamente certezza. Di più non posso
dire senza una valutazione diretta. La amniocentesi in questi caso ha
senso se la coppia interromperebbe sicuramente la gravidanza in caso
di problemi cromosomici. In caso contrario con la coppia intenzionata
sicuramente a portare avanti la gravidanza anche in caso di
cromosomopatie, ha poco senso in quanto eventuali rilievi che
potrebbero condizionare la nascita in un centro di secondo livello
adatto ad assistere il bambino in caso di necessita, sono di
pertinenza ecografica rigorosamente di livello avanzato.
Un saluto

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo