Anonimo

chiede:

Salve, mi chiamo Chiara e ho 33 anni. Da qualche mese io e il mio compagno stiamo cercando di avere un bambino da senza esiti positivi. Oltre a questo, dopo vari accertamenti (radiografie e risonanza) per un dolore all’anca sinistra, mi è stata diagnosticata un inizio di artrosi e come unica cura possibile e senza termine devo sottopormi minimo due ore al giorno alla magnetoterapia ( per la quale ho già acquistato il macchinario). Nelle controindicazioni c’è anche lo stato di gravidanza. Premesso questo no so come proseguire in quanto devo iniziare questa cura ma nello stesso tempo ho paura che, nel caso rimanessi incinta, potrei creare dei danni al feto. Le domande a questo punto sono due: posso rischiare di utilizzare la magnetoterapia e nello stesso tempo cercare una gravidanza e nel momento stesso questa andasse a buon fine sospendere la cura? In alternativa… cosa mi consigliate di fare?

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Chiara,
credo possa benissimo sospendere la magnetoterapia appena dovesse accertare una gravidanza. Sono tuttavia del parere che la controindicazione non risponda alla sicura evidenza di danni sulla gravidanza, ma solo a norme di prudenza per l’assenza di lavori scientificamente validi sull’argomento. Informazioni dettagliate deve comunque averle dallo specialista che gliel’ha prescritta e che sicuramente è più informato e documentato di me. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo