Endometrite e fecondazione artificiale: funziona? - GravidanzaOnLine

“L’inseminazione artificiale funziona in presenza di endometrite?”

Anonimo

chiede:

Salve ho 43 anni sono due anni che proviamo ad avere un figlio. Facendo indagini ho scoperto di avere una tuba chiusa e un’endometrite severa. Alcuni ginecologi mi hanno detto di provare l’inseminazione artificiale altri invece mi hanno detto che è inutile, avendo l’endometrite. Potete aiutarmi a capire? Io non so più cosa fare. In attesa, grazie anticipatamente.

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Buongiorno signora, io penso che le abbiano diagnosticato l’endometriosi, e non l’endometrite, che si cura con terapia antibiotica. Parleremo quindi di un’ipotetica donna con l’endometriosi severa, una tuba chiusa, due anni di tentativi infruttuosi, e, penserei, un partner con un esame del seme normale.

Ci sono statistiche precise, e la sua probabilità di rimanere incinta è inferiore al 2%, cioè vicina allo zero. Le inseminazioni intrauterine (IUI) non le porterebbero alcun beneficio. Le sue uniche consistenti chance di gravidanza risiedono nell’ovodonazione, ovvero nell’utilizzo di ovociti di una donatrice giovane fecondati con il seme del suo partner, così ottenendo embrioni da inserire nell’utero.Ci sono anche in Italia centri specializzati in queste tecniche.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie