Lavoro pesante e aborto… - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Sono una donna di quasi 36 anni, in agosto ho avuto un aborto
spontaneo (circa sette settimane di gravidanza), ero rimasta incinta dopo
un
anno di inutili tentativi, svolgo un lavoro abbastanza pesante da un punto
di vista fisico, può dipendere da questo il mio aborto e anche la difficoltà
a rimanere incinta? Premetto che colleghe hanno avuto figli senza problemi
ma, può dipendere dal mio fisico che, può non essere in grado di tollerare
il mio lavoro con una gravidanza o, sono io che mi faccio timori inutili?
Io
e mio marito desideriamo tanto un figlio e, non volendo più avere false
illusioni, non ho controllato per tempo se ero incinta, continuando il
lavoro normalmente, quando me ne sono accorta, il tempo di scoprirlo e,
in
una settimana l’ho perso. Ringrazio anticipatamente per l’ascolto e, la
risposta alle mie domande.

Gentile signora, dubito che la causa del suo aborto dipenda dal suo impegno
lavorativo, poiché anche il semplice buon senso non mi induce a credere
che esistano, oggi 2004, lavori tanto usuranti quali potevano essere quelli
dei secoli passati, in cui i lavoratori erano quasi ridotti alla condizione
di schiavi. Io sarei più propenso a considerare le condizioni del suo utero,
che potrebbe essere piccolo (utero ipoplasico) oppure miomatoso (presenza
di miomi uterini) od anche malformato. Per tale ragione consiglierei un
consulto specialistico con isteroscopia. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo