"Il feto potrebbe essere affetto da fibrosi cistica?"

Anonimo

chiede:

Buonasera dottore, sono alla 19esima settimana di gravidanza. Mi è stata rilevata una lieve iperecogenicità del feto, per altri motivi ho effettuato l’esame della villocentesi, il cariotipo e la genetica mia e del mio compagno. Sono risultati tutti negativi. Quante probabilità ci sono che possa trattarsi di fibrosi cistica? Grazie.

Buongiorno signora, l’iperecogenicità intestinale del feto può avere diversi significati: può essere un reperto transitorio e parafisiologico ( se ad esempio si hanno avuti sanguinamenti nel primo trimestre di gravidanza); può essere un segno indiretto della sindrome di Down o della fibrosi cistica; può anche indicare un’infezione fetale da Citomegalovirus o Parvovirus.

Affinché l’iperecogenicità intestinale abbia significato occorre che sia almeno pari a quella dell’osso (in genere l’osso iliaco viene preso come paragone). Nel caso specifico la villocentesi e le indagini genetiche risultate normali, permettono di scartare l’ipotesi Down e fibrosi cistica. Si potrebbe indagare sulle infezioni virali, per escludere anche quelle.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie