Anonimo

chiede:

Mi chiamo Susanna, ho 24 anni e da circa 6 mesi io e mio marito tentiamo di avere un figlio. Sono stata dalla ginecologa e mi ha detto di fare un semplice controllo devo farlo il 23 Marzo. Io precedentemente ho avuto la candida e l’ho curata con ovuli e antibiotico sia io che mio marito. Adesso a distanza di qualche anno questo prurito vaginale lo avverto solo quando si sta avvicinando il ciclo, si tratta di candida? Adesso, siccome ho saputo che la candida è un acido che uccide gli spermatozoi e siccome sono vicino al 14° giorno dopo il ciclo, sto facendo una cura di testa mia con gli ovuli meclon che avevo a casa, cosi vediamo se riesco questo mese a rimanere incinta, faccio male?
Inoltre volevo sapere se è vero che dopo il rapporto sessuale bisogna non andare in bagno e mettere un cuscino sotto il “sedere” per evitare che fuoriesce lo sperma? E inoltre, quanto tempo deve rimanere lo sperma in vagina affinché possa arrivare a fecondare ammesso che ci sia l’ovulazione?
Perché a volte ho la sensazione che durante la notte lo sperma esce poiché trovo l’assorbente bagnato. Cosa devo fare? Ho un desiderio forte di avere un bambino ma ogni mese è una delusione. Attendo una risposta per favore grazie.

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Susanna, lei è giovane e sta provando ad avere un figlio da troppo poco tempo per pensare di avere un problema. Faccia i controlli di routine e anche se è risultata un’infezione da candida, questa non influisce in alcun modo sulla fertilità, può però recidivare ed essere fastidiosa per i sintomi che provoca. Non faccia terapie vaginali se non consigliate dal medico.
Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo