Ecografia vaginale: rischi e controindicazioni - GravidanzaOnline

Anonimo

chiede:

Buongiorno Professore, sono alla decima settimana di gravidanza e sono terrorizzata a farmi visitare, soprattutto mi terrorizza l’ecografia trasvaginale. Questo perchè al mese di giugno, alla sesta settimana, sono stata visitata con l’ecografia ed era tutto ok (per quanto che si poteva vedere), 24 ore dopo ho iniziato ad avere perdite ematiche fino a che ho abortito spontaneamente. Io sono stra convinta che è stata l’eco trasvaginale che ha dato un colpo all’utero. Sono a chiederle se alla mia settimana di gravidanza (oggi decima) posso chiedere al mio ginecologo l’ecografia addominale o pelvica, o posso aspettare a farmi vistare fino a quando si può fare quella esterna? Grazie e cordiali saluti,

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Signora, la sua paura è infondata. L’ecografia transvaginale non è in grado di provocare l’aborto. Al contrario, consente immagini di gran lunga più chiare dell’ecografia transaddominale, specie all’inizio della gravidanza nelle pazienti obese. In ogni caso nessuno può obbligarla. Lei è libera di rinunciarvi, rinunciando però anche alle utili informazioni cliniche che può dare, più precocemente della meno chiara ecografia transaddominale. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo