Gravidanza gemellare monocoriale biamniotica - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gent.Le Dottore, ho 31anni ed una gravidanza gemellare monocoriale
biamniotica in atto. Sono alla 16 settimana (i feti hanno sempre avuto 1
settimana di scarto però) e ad oggi risale il seguente referto dopo
indagine ecografica:
Aumento lieve di liquido amniotico del feto di destra, che presenta
dimensioni lievemente superiori a quello di sinistra. Sacco amniotico di
sinistra appena visibile ed addossato al feto con oligoidramnios e
mobilità
fetale leggermente ridotta e vescica mal evidente. Plausibile quadro di
trasfusione feto-fetale.
“Tutto il resto” è nella norma. Vista la precocità dell’evento il
primario dell’ospedale della città in cui vivo mi ha prospettato l’aborto
terapeutico oppure una fantomatica operazione tramite laser da eseguirsi a
Parigi o Londra per separare la vascolarizzazione in comune dei gemelli.
Non ci sono davvero altre speranze? Io non ci voglio credere… grazie per
la pazienza,
cordialmente,

Cara Chiara,
purtroppo la trasfusione fra gemelli é condizione grave che comporta il
passaggio preferenziale di sangue da uno dei due gemelli (detto il donatore)
all’altro gemello detto il ricevente.
Il donatore “deperisce” mentre il ricevente diventa pletorico per il troppo
sangue. Tale condizione é causata da anastomosi placentari profonde anomale
fra le due circolazioni fetali e colpisce con maggiore frequenza proprio le
gravidanza mocoriali biamniotiche. Il trattamento elettivo é la
fotocoagulazione laser sotto fetoscopia delle connessioni vascolari
anomale. Sono stati tentati altri trattamenti come per esempio
l’evacuazione forzata di liquido amniotico dal sacco del ricevente, ma con
risultati inferiori al trattamento laser.
Spero di avere risposto al Suo quesito

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo