"Come conciliare l'instabilità economica e lavorativa con una gravidanza?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottoressa, le scrivo perché non sto affrontando serenamente la gravidanza a causa di questioni eminentemente pratiche ed economiche. Poco prima di aver scoperto la gravidanza ho perso il lavoro e il mio compagno vive una situazione professionale purtroppo poco stabile.

Quando ho scoperto di essere incinta, dopo la gioia iniziale, sono sprofondata in un buco nero: ho paura che non vivremo mai in una condizione di stabilità e che questo possa ricadere sul benessere del piccolo (o della piccola) una volta nata. Non riesco davvero a gestire la situazione, tanto che ho perso completamente la gioia che dovrei provare in questo momento. Come dovrei muovermi? La ringrazio.

Cara futura mamma, immagino la preoccupazione e il senso di profonda instabilità. Non mi dice a che mese di gravidanza è… immaginando che manchino ancora dei mesi al parto le suggerisco di ricominciare a concentrarsi su di sè, sulla nascita del bambino e su tutta la gioia che provava all’inizio.

Capisco che non sia semplice perché la stabilità economica è un fattore importante ma in questo momento è fondamentale non farsi prendere dal panico e dall’angoscia. Cominci con esercizi di respirazione e di mindfulness per recuperare un po’ di centratura sul presente. Se dovesse notare un progressivo aumento del malessere, si rivolga al suo ginecologo e al consultorio della sua città per un aiuto psicologico. E chieda il supporto della sua famiglia e dei suoi affetti per non sentirsi sola ma avvolta da una rete sociale affettuosa e protettiva. I migliori auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo

Categorie