Fitte addominali sul lato dx - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Gentile Dottoressa,
ho 31 anni, soffro di policistosi ovarica, e iperprolattinemia. Nel
passato ho fatto cure con Diane (5 anni), Androcur e poi ho utilizzato altre
pillole fino al 1999 circa. Tutti gli anni eseguo pap test, sempre regolare. Da 9 mesi sono alla ricerca di una gravidanza, che purtroppo non arriva. Mio marito ha effettuato lo spermiogramma e l’esito è stato “normale” così hanno commentato il ginecologo e la biologa “anche se c’è di meglio”.
In qs 9 mesi ho provato un po’ di tutto: muco cervicale, test dell’ovulazione. Sono sempre riuscita ad individuare i giorni fertili, e pertanto ad avere rapporti a giorni alterni da 3-4 gg prima fino a un paio di giorni dopo l’ovulazione, o almeno a quello che avevo individuato come tale. Purtroppo dal mese di maggio ho iniziato a soffrire di fitte addominali
sul lato dx (l’ovaio dx sarebbe quello policistico) in concomitanza di ovulazione e ciclo mestruale.
Queste fitte sono talmente forti che non mi lasciano nemmeno dormire la notte, e faccio fatica a camminare, o salire in scooter, ogni buca della strada mi fa tremare dal dolore. Dall’insorgere di qs fitte nn ho più avuto un ciclo regolare: son passata
da 20, a 36, a 45, a 28 a 45gg…. Questo mese poi l’ovulazione sembrerebbe proprio “non farcela”, questa mia sensazione è confermata da muco e stik persona. Gli unici esami effettuati finora sono prl: luglio primo prelievo 59, secondo 29 e settembre primo prelievo 79, secondo 39 progesterone :12 (5 gg dopo l’ovulazione) fra pochi giorni farò una RNM per escludere un adenoma ipofisario e poi
cmq inizierò una cura per abbassare la prl. Ho chiesto al ginecologo di effettuare un’ecografia, per verificare lo
stato delle mie ovaie, (anche perché durante la visita ginecologica a giugno il medico ha rilevato un ingrossamento degli annessi), considerati questi dolori, che sono tutt’altro che piacevoli, ma il medico mi ha detto che
“nn si interessa in ecografie ginecologiche, ma solo ostetriche”, quindi non ritiene opportuno fare qs ecografia. Io però sono molto preoccupata per qs continui dolori: nel maggio 2000 sono finita al pronto soccorso, per una simil colica causata dallo scoppio di un follicolo, i dolori erano sempre
a dx. La mia preoccupazione è secondo voi eccessiva, oppure farei bene a provvedere per qs ecografia? Vi ringrazio molto

Gent. sig.ra Alessandra,
visto il suo quadro clinico pensiamo sia importante chiarire entrambi i
dubbi diagnostici e cioè l’iperprolattinemia ed i suoi dolori pelvici
periovulatori. Il primo problema solitamente viene affrontato come
suggeritole dal suo ginecologo curante, mentre il secondo merita un
controllo accurato tramite una serie di ecografie da effettuarsi durante e
per tutta la durata del ciclo mestruale. Solo in questo modo è possibile
stabilire innanzitutto se e come avviene la crescita follicolare e di
conseguenza l’ovulazione.
Cordiali saluti.
SARA Riproduzione Assistita Srl
Via Cimarosa 12/4 – 20144 Milano
tel 02 43317957
www.saraonline.it

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo