Anonimo

chiede:

Mi chiamo Elena, ho 27 anni e sono incinta di 6 mesi e una settimana. Da 4 giorni ho un dolore piuttosto forte all’osso sacro, la dottoressa mi ha detto che può essere la mia piccola che si appoggia sul nervo sciatico, oppure una fistole sacrale oppure un ascesso. Mi ha dato una cura di antibiotico per 5 giorni e 3 giorni di oki. Sono arrivata al terzo giorno, il dolore è rimasto ed in più la zona si è arrossata e gonfiata, non al centro proprio, ma ai due lati.
La dottoressa si è allarmata e subito mi ha fissato un appuntamento per domani con il chirurgo del Pascale di Napoli.
Temo sia una fistole, perché ho assistito più persone che l’hanno avuta e riscontro parecchie cose simili, anche se sinceramente, è la prima volta che il gonfiore non è centrale ma diciamo “diviso” in due sulle natiche “alte”.
Ora la mia domanda è: come posso levarla se sono incinta??? Non posso assumere medicinali o anestesie… cosa posso fare?
Cerco di stare più tranquilla possibile, ma gira e rigira il pensiero mio sta sempre li….
Grazie comunque

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Elena, senza visitarla è impossibile dare un parere. In ogni caso non è affatto vero che non può avere anestesie o assumere farmaci in gravidanza. Certamente vi sono delle limitazioni e qualche divieto assoluto, ma occorre che sia il medico a decidere le priorità e a stabilire il bilancio rischi/benefici. Capirà che, se necessario, non la si può lasciare aggravarsi per il solo timore dei farmaci. Stia tranquilla e lasci al chirurgo il compito della diagnosi e la decisione terapeutica. Magari le verranno proposte delle alternative e lei potrà decidere, ma non più di questo. Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo