"Quali esami posso fare per capire perché non rimango incinta?"

Anonimo

chiede:

Buongiorno dottore, sono anni che cerco l’arrivo di un figlio. Ho fatto tante visite e tutti gli esami possibili, sia io che mio marito. Ho 35 anni mi è stato diagnosticato un piccolo mioma uterino in fondo all’utero e utero disomogeneo. Qualora volessi pensare a una fecondazione assistita, questo potrebbe essere un problema ? C’è qualche farmaco che aumenta la fertilità sia femminile che maschile? Grazie mille per la risposta.

Buongiorno signora, le cause d’infertilità possono essere molteplici. La presenza di un mioma del fondo non rappresenta un fattore ostativo (andrebbe però evidentemente capito se tale mioma deforma la cavità uterina). Le cause principali da studiare sono le seguenti:

  1. Valutazione della sua riserva ovarica (studio che si realizza fra il secondo e quarto giorno del ciclo ovarico con un ecografia in cui saranno contati i follicoli antrali e facendo un prelievo di sangue per il dosaggio di AMH, FSH ed Estradiolo;
  2. Studio della permeabilità tubarica con isterosalpingografia (è evidente che è importante sapere se le sue tube sono libere o meno;
  3. Realizzare un isteroscopia diagnostica (per conoscere lo stato della cavità uterina);
  4. conoscere lo stato del liquido seminale di suo marito (spermiogramma) e per ultimo fare degli esami del sangue di base per escludere altri disordini (importante in particolare la valutazione della tiroide).

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo