Eravamo troppo perfetti, troppo innamorati... - GravidanzaOnLine

Anonimo

chiede:

Stiamo insieme da tre anni. Fino a un anno fa il mio lui desiderava
un bambino: lo sbandierava ai quattro venti. Marco si sarebbe chiamato.
Poi si sono intromessi gli altri. Sua madre che mi ha intimato di non
averne perché i figli se no soffrono e poi sono sacrifici. La sua ex
rinfacciandogli la loro figlia. Lei che lo aveva abbandonato. Un amico che
ridendo e scherzando gli ha detto: “…un altro con un altra donna
pensaci…”. Costui non ne voleva di figli e invece quest’anno è diventato
padre.
Ora mi dice che non è ancora il momento; che in causa con la ex; che non
abbiamo una situazione stabile economica. Ma io lavoro e lui anche. Che
sarei sola perché lui lavora lontano troppe ore senza starmi vicino e se
avessi bisogno di aiuto… Che mi capisce ma che io devo capire anche lui.
Mi abbraccia ed è sempre affettuoso come il primo giorno… Ma nonostante
tutto gli voglio ancora bene perché so che è sotto pressione. Ho 43 anni e
il cuore a pezzi… ho fatto il test di gravidanza ed è risultato
negativo… Questo bambino lo avrebbe accettato se fosse arrivato… ma
volerne uno adesso proprio no! È tutto un controsenso. Vorrei urlarlo
farlo sapere al mondo… Abbiamo suscitato invidia fin dal primo momento:
eravamo troppo perfetti, troppo innamorati… perchè tutto questo?

Cara Elena,
Purtroppo i figli non si fanno a tutte le età e se lei desidera diventare
madre credo non abbia tempo di aspettare una migliore situazione economica e
quant’altro.
Del resto lui ha già una figlia e dunque non ha una motivazione forte quanto
la sua.
Non ho la possibilità di valutare quanto siano obiettivi i pareri che le
danno queste altre persone, o quanto siano ‘egoisti’, volti a mantenere uno
status quo che fa comodo a tutti, tranne che a lei.
La cosa migliore da fare è parlarne, magari con un consulente esterno alla
coppia, uno psicoterapeuta, che possa aiutarvi a
capire ed a superare gli eventuali problemi.
Cari saluti e auguri.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Psicologo