Anonimo

chiede:

Gentilissimo dottore, sono una donna di 35 anni, alle prese con una presunta gravidanza, dico presunta poiché ho solo un dubbio… mi ritrovo alle prese con una perplessità. Il mio ultimo ciclo corrisponde al gg 11/5/2014, ho fatto un test di gravidanza risultato positivo, nessun esame di bhcg, ho parlato con un consultorio della mia città, e mi ha prescritto gli esami del 1 trimestre. Non mi hanno ancora fatto un eco di controllo… (e non so perchè). Ho ritirato gli esami, tra cui spicca “emoglobina fetale”, oltre alla mia emoglobina (il valore è 12), quella fetale 0.6%. Da ignorante in materia ho pensato tale esame si facesse in gravidanza, e riguardasse proprio la gravidanza. Ho telefonato alla ginecologa del consultorio, e mi ha detto che non è così… internet parla del contrario… insomma… se insieme ci mettiamo la stanchezza assurda, il ciclo sballato, le nausee, il test positivo… e che la prossima eco me la faranno fare il 17 luglio… ora sono in dubbio.

Redazione

Redazione

risponde:

Buongiorno, se il test risulta positivo e non ha perdite ematiche basta per diagnosi di gravidanza. L’ecografia stabilirà il decorso regolare. La percentuale di emoglobina fetale viene controllata nei caso di sospetto di thalassemia. Anche di questo dovrà parlare con la sua ginecologa durante la visita ostetrica. Auguri

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo