Francesca

chiede:

Gentile dottore, ho 29 anni e scrivo per chiedere un parere, anche se online, riguardo un mio problema. Da circa tre anni la durata delle mie mestruazioni si è ridotta da 5 giorni a 3, fino a 2 negli ultimi mesi. Nonostante ciò il ciclo è sempre regolare, 27 o 28 giorni e gli ormoni sessuali e tiroidei sono a posto (almeno fino a gennaio). Mi è stato detto da una ginecologa di provare per due mesi con K2F altrimenti avrei dovuto prendere la pillola, ma al primo mese mi ha anticipato di 4 giorni. Vorremmo provare ad avere un bambino, il valore del mio BMI è sotto il 18, ma non sono anoressica e mangio tutto, ho solo una costituzione piccola. Da cosa può dipendere la riduzione dei giorni delle mestruazioni? Davvero serve la pillola per farmi durare più di 3 giorni il mestruo? Questo mio problema incide sulla riuscita di un concepimento? C’è qualche cosa che posso fare per capire se posso avere bambini, qualche esame del sangue particolare? Grazie per la risposta, scusate le domande sciocche. Francesca

Dott. Sandro Zucca

Dott. Sandro Zucca

risponde:

Cara signora, lei davvero crea problemi dove, fino a prova contraria, non ne esistono nemmeno. Indagini sulla fertilità, a 29 anni, sono indicate quando – dopo uno o due anno di rapporti infruttuosi – di gravidanza non c’è nemmeno l’ombra. Lei invece nemmeno ci ha ancora provato. Quando inizierà ad avere rapporti liberi ricordi di assumere 400 mcg al giorno di acido folico (vitamina B9) per aiutare una buona formazione dell’ovocita e la regolare formazione degli organi del bimbo. Auguri, e freni la sua fantasia negativa.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande
Ti è stato utile?
Non ci sono ancora voti.
Attendere prego...

Specializzazione

  • Ginecologo

Categorie