Anonimo

chiede:

Gentile dott. Annona Salvatore, mi chiamo Fernanda, sono alla 24
settimana di gravidanza, il 25/04/06 dopo aver urinato ho notato un piccolo
coagulo di sangue. Ho segnalato la cosa al mio ginecologo che mi ha
sottoposto a tampone endocervicale e vaginale. L’esito è stato negativo!
Cosa può essere successo? Tra l’altro si è verificato dopo un rapporto (che
abbiamo al momento sospeso). Poi ancora, è dannosa l’eiaculazione interna
quando come nel mio caso si è già incinta? Nel ringraziarla tantissimo
porgo Cordiali Saluti

Redazione

Redazione

risponde:

Gentile Fernanda,
se la perdita descritta si è verificata dopo un rapporto e i controlli hanno
escluso patologie, può essere certa che la causa è stata lo sfregamento
durante il rapporto sulla cervice uterina. Quest’ultima sanguina molto
facilmente, specie in gravidanza, perché c’è una congestione vascolare
notevole. È un po’ come le gengive che sanguinano quando ci laviamo i
denti. Comunque per prudenza per un certo tempo eviti i rapporti e segua le
indicazioni del suo ginecologo. L’eiaculazione in genere non provoca danni,
perché se così fosse, sarebbe una strage di gravidanze. È tuttavia
possibile che le prostaglandine contenute nel seme provochino contrazioni
uterine, che in situazioni già precarie, potrebbero peggiorare la prognosi.
Cordiali saluti.

* Il consulto online è puramente orientativo e non sostituisce in alcun modo il parere del medico curante o dello specialista di riferimento

Fai la tua domanda Tutte le domande

Specializzazione

  • Ginecologo